PROBLEMI ALL'ADDOME

Domanda iniziata da Cristina 6 anni

Gent.mo Dott. Caviglia, Le scrivo per chiedere un consiglio. E' da circa 6 mesi che avverto disturbi alla pancia; è sempre molto gonfia e dura e periodicamente ho dolori tipo contrazioni sia in alto che nel basso ventre. Segnalo che assumo regolarmente da circa 15 anni difmetrè per attacchi di cefalea vasomotoria. Un mese fa mi sono rivolta ad un gastroenterologo che mi ha prescritto esami del sangue ed ecografia all'addome. Dall'ecografia si rileva renella ai reni e cisti a corona nelle ovaie, mentre gli esami del sangue sono negativi per celiachia e tiroide e nella norma in tutti gli altri paramentri tranne che l'esito di GAMMA GT SIERO è di 40 U/L (7-32) e CALPROTECTINA FECALE è di 113 (>50 negativo). Dopo questi esiti mi è stato consigliato di eliminare il lattosio dalla dieta e di bere molto. E' da un mese che non mangio latticini se non con basso contenuto di lattosio e bevo fino a 3lt di acqua al giorno ma niente è migliorato. Non riesco più a mangiare nulla senza poi correre in bagno o avere dolori e gonfiore, ho tolto di mia iniziativa il glutine (dalla disperazione), sembrava fosse meglio ma in questa settimana ho nuovamente peggiorato. Non mangio nulla e continuo a digerire per ore ed il peso varia anche a distanza di mezza giornata da 54kg a 56,5.

Ho tre bambini di 10, 8 e 2 anni e tutto ciò mi sta limitando molto, ho sempre sonno e non riesco a seguire lavoro e famiglia. Ho preso nuovamente un appuntamento con un altro medico ma devo aspettare ancora 10 giorni durante i quali non saprei cosa fare e come comportarmi rispetto al cibo che posso mangiare.

Se riuscisse a darmi qualche consiglio Le sarei davvero grata.

Un cordiale saluto.

 

Devi essere un membro di questo gruppo prima di poter partecipare a questa domanda
Cristina
Cristina
Gent.mo Dottore, ringrazio per le rassicurazioni. Seguirò di certo i Suoi consigli e La terrò aggiornata. Un saluto
6 anni
dott. Caviglia (Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva)
dott. Caviglia (Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva)
cara signora, credo di poterla rassicurare sulla natura dei suoi disturbi anche se l'aumento della calprotectina fecale, associato ai suoi disturbi intestinali, impone l'esecuzione di una colonscopia.

Nel frattempo, oltre ad eliminare completamente dalla sua dieta il latte ed i suoi derivati, provi ad escludere anche i legumi, carciofi e verdure a foglia larga.

Mi tenga aggiornato sull'evoluzione clinica.

saluti, RC
6 anni

File disponibili

Nessun file caricato

Domande correlate

Tour del sito