Nuove raccomandazioni per l’artrite

Venerdì, 14 Settembre 2018

Un team di esperti della European League Against Rheumatism (Eular) ha pubblicato su Annals of the Rheumatic Diseases alcune raccomandazioni per aiutare gli operatori sanitari a gestire il dolore dei pazienti affetti da artrite infiammatoria e osteoartrite.
«Il dolore è il sintomo predominante nella maggior parte delle persone con artrite infiammatoria e osteoartrite. Molti pazienti cercano aiuto per ridurre il dolore, e un supporto tempestivo e competente può ridurre il problema, aumentare la funzionalità e il benessere e ridurre i costi individuali e sociali», spiega Rinie Geenen, della Utrecht University, coordinatore del gruppo di lavoro.

 


Gli scienziati hanno realizzato una metanalisi su 186 studi, dalla quale emerge l'importanza per l'operatore sanitario di adottare una gestione incentrata sul paziente in una prospettiva bio-psico-sociale, di avere una conoscenza sufficiente della patogenesi di artrite infiammatoria e osteoartrite e di essere in grado di differenziare il dolore localizzato e generalizzato.
Fondamentale risulta il momento della valutazione dei bisogni, delle priorità e delle preferenze dei pazienti, delle caratteristiche del dolore, dei trattamenti effettuati in precedenza e di quelli in corso, dell’infiammazione e del danno articolare, oltre che dei fattori psicologici connessi.
Oltre agli aspetti informativi ed educativi, ai pazienti vanno proposti un’attività fisica adeguata, aiuti e dispositivi di assistenza, interventi psicologici e sociali, educazione all'igiene del sonno, controllo del peso, opzioni terapeutiche farmacologiche e articolari e una modalità interdisciplinare della gestione del dolore.

Autore

Sperelli

File disponibili

Nessun file caricato

Tour del sito