Salute in rete - Campagne, indagini, eventi Salute in rete - Campagne, indagini, eventi

Farmaci usati come doping

Martedì, 10 Luglio 2018

Nel mondo sempre più persone fanno ricorso ai farmaci per stare al passo con gli impegni quotidiani della vita.
Per studiare, lavorare e potenziare l’attenzione in vari frangenti, infatti, il 14% degli interpellati di 15 nazioni diverse ha ammesso di fare utilizzo delle cosiddette “droghe intelligenti”. Solo qualche anno fa, la percentuale era del 5%.

 

Le crescite maggiori si registrano in Francia e Gran Bretagna, come annuncia lo studio pubblicato sull’International Journal of Drug Policy.
I farmaci analizzati sono quelli normalmente prescritti per il trattamento dell’ADHD e per i disordini del sonno.
"I partecipanti alla Global Drug Survey sono più propensi della popolazione generale ad essere interessati all'uso di droghe, il che potrebbe influenzare i risultati", puntualizza Larissa Maier, psicologa dell'Università della California di San Francisco, che ha guidato lo studio.
Ma percentuali simili sono state registrate anche in studi sulla popolazione generale. "C'è un crescente uso legato agli stili di vita di farmaci che potenziano le capacità cognitive da parte di persone sane. il che solleva preoccupazioni etiche", osserva Barbara Sahakian, neuroscienziata dell'Università di Cambridge, nel Regno Unito.

Autore

Sperelli

File disponibili

Nessun file caricato

Tour del sito