Salute in rete - Campagne, indagini, eventi Salute in rete - Campagne, indagini, eventi

Arrivano le vitamine per vegani

Mercoledì, 15 Maggio 2019

Si trova generalmente in alimenti di origine animale, come il fegato, il salmone, la sardina, ma anche nel latte e nelle uova e serve a regolare la stabilità del calcio, a favorire la mineralizzazione, la crescita e il rafforzamento delle ossa e a supportare lo sviluppo della massa muscolare.
La Vitamina D3 (o colecalciferolo), è un prezioso alleato per la nostra salute, ma è presente in così pochi alimenti che più della metà degli italiani ne è carente. Soprattutto tra gli anziani e tra chi segue una dieta vegana.



Da qui nasce il lavoro di ricerca e sviluppo realizzato della start-up Vitamina, prima piattaforma italiana di integratori alimentari personalizzati, 100% made in Italy e consegnati a domicilio, che in sinergia con il laboratorio fiorentino, riconosciuto dal Ministero, con cui vengono prodotti tutti i suoi integratori, ha dato vita a un prodotto italiano e di qualità, adatto a soddisfare le esigenze nutrizionali di quanti più persone possibili, vegani compresi.
“La Vitamina D3 è fondamentale per il benessere generale dell’organismo: esercita un’azione immunomodulatoria, antinfiammatoria e di regolazione. Tra i sintomi più comuni della carenza ci sono stanchezza, dolori e debolezza muscolare, suscettibilità a infezioni e malattie - spiega la dott.ssa Giovanna Geri, farmacista, nutrizionista e co-fondatrice della startup Vitamina, - si tratta di un ormone che si trova davvero in pochi alimenti, e quasi tutti di origine animale: è per questo che, spesso, se ne riscontra una carenza particolare nelle persone che scelgono regimi alimentari privi di proteine animali, come ad esempio chi segue una dieta vegana. L’integrazione, in questi casi, può aiutare. Ma, come sempre, con le dovute precisazioni, da parte nostra è doveroso specificare che il modo migliore per nutrire il nostro organismo è sempre una dieta completa ed equilibrata, e che l’integrazione va bene solo nei casi in cui, dopo gli adeguati dosaggi, si riscontri davvero carenza.”
L’integratore di Vitamina D3 si aggiunge, così, a un catalogo di altri quattordici integratori disponibili ad oggi sul sito della startup, prevalentemente mono-ingrediente e a base di minerali, estratti vegetali e probiotici, organizzati in categorie basate sulle esigenze nutrizionali o di stili di vita: dallo stress alle difese immunitarie, dalla digestione alla depurazione.
“Abbiamo fondato Vitamina con l’idea di cambiare l’approccio del singolo utente alla scelta e quindi al consumo degli integratori alimentari - spiega Filippo Sala, CEO e co-founder di Vitamina insieme alla dott.ssa Giovanna Geri e a Marco Saccenti - mirando a offrire un’esperienza personalizzata, cucita sulle esigenze nutrizionali e gli stili di vita del singolo individuo. L’introduzione di questo nuovo integratore nel nostro catalogo va in questo senso”.

Non sei iscritto, partecipa a Okmedicina!

Autore

Sperelli

File disponibili

Nessun file caricato

Tour del sito