Ha l’occhio secco, ma le danno una pomata per l’impotenza

Mercoledì, 09 Gennaio 2019

Curiosa la disavventura capitata a una donna di Glasgow che soffre per la sindrome dell’occhio secco.
Il medico le aveva prescritto un nuovo rimedio per cercare di ridurre il disagio, ma il nome del farmaco era molto simile a un altro in commercio per la cura della disfunzione erettile. Il farmacista, ingannato dalla grafia del medico, ha consegnato alla donna il secondo farmaco, come riporta Magdalena Edington dell’Istituto Tennent di Oftalmologia sulle pagine del British Medical Journal Case Reports.


Il medicinale per la sindrome dell’occhio secco si chiama VitA-Pos, mentre il farmacista le ha venduto il Vitaros, una crema per la disfunzione erettile. Quest’ultima ha causato alla donna dolore, vista annebbiata, rossore e gonfiore, tanto da dover ricorrere alle cure dei medici del pronto soccorso dell’Ospedale di Glasgow, che hanno somministrato antibiotici e steroidi.
"Gli errori di prescrizione sono comuni - commenta Edington - e il rischio aumenta con medicinali dal nome e confezioni simili. Tuttavia è insolito in questo caso che nessuno tra paziente, medico di base e farmacista, si siano domandati come mai una pomata per la disfunzione erettile fosse stata prescritta a una donna, con l'indicazione di applicarla sull'occhio".
Errori del genere sono purtroppo più comuni di quanti si pensi. Per questo, le autorità sanitarie di vari paesi stanno spingendo affinché i medici utilizzino il computer per le prescrizioni o quantomeno scrivano le proprie ricette in stampatello.

Autore

Sperelli

File disponibili

Nessun file caricato

Tour del sito