La dipendenza da sesso è un disordine mentale

Mercoledì, 11 Luglio 2018

Chi pensa troppo al sesso è vittima di un disturbo mentale. Lo dice l’Oms, che per la prima volta annovera il “disordine sessuale compulsivo” fra i problemi mentali all’interno della International Classification of Diseases.

 

Secondo il documento, “il disordine compulsivo sessuale è caratterizzato da uno schema di fallimenti nel controllare impulsi sessuali intensi e ripetitivi, che sfociano in comportamenti sessuali ripetuti. I sintomi possono includere il fatto che le attività sessuali diventino centrali nella vita delle persone al punto da far trascurare la salute, la cura personale o altri interessi, attività e responsabilità, con numerosi insuccessi negli sforzi di ridurre i comportamenti e il continuo ricorso al comportamento sessuale nonostante conseguenze avverse o un azzeramento della soddisfazione da esso".
Anche la dipendenza da sesso, come quella dai videogame - recentemente introdotta anch’essa nella lista -, deve perdurare per più di 6 mesi per ricevere una diagnosi del genere.
All’interno della comunità medica, tuttavia, ci sono dei dubbi sulla decisione dell’Oms: "Non troviamo una sufficiente evidenza empirica che supporti la classificazione della dipendenza da sesso come disordine mentale", spiegano ad esempio i medici dell’American Association of Sexuality Educators, Counselors and Therapists.

Autore

Sperelli

File disponibili

Nessun file caricato

Tour del sito