La colla che cura le ferite

Mercoledì, 15 Maggio 2019

Una nuova bio-colla in grado di riparare velocemente ogni ferita grazie alla luce che l’attiva. È il risultato della sperimentazione pubblicata su Nature Communications da un team della Zhejiang University School of Medicine di Hangzhou, in Cina.

 

Una delle principali cause di morte ospedaliera è data dalle emorragie incontrollate dopo un intervento. Si tratta di ferite da chiudere nel più breve tempo possibile e senza suture. I gel sono di aiuto, ma per essere efficaci devono essere molto aderenti ai tessuti umidi del corpo e forti abbastanza da resistere alla potente pressione del sangue e del battito cardiaco.
Sono pochi i materiali non tossici a presentare queste caratteristiche. I ricercatori, guidati da Hongwei Ouyang, hanno realizzato un gel fatto di proteine che imita la composizione della matrice extracellulare, ossia dell'ambiente in cui sono immerse le cellule e con cui devono continuamente interagire per le loro funzioni vitali.
Il gel si solidifica molto rapidamente se esposto alla luce ultravioletta.
Gli esperimenti hanno dimostrato la capacità della colla di rimarginare ferite sul fegato e sul cuore dei maiali dopo interventi chirurgici. Il tutto senza bisogno di suture.
Gli animali non hanno accusato problemi. Il gel creato dai ricercatori cinesi è il primo a resistere alla pressione del battito cardiaco senza bisogno di suture, e il primo in grado di riparare un buco di 6 millimetri di diametro nel cuore nel giro di 20 secondi.

Non sei iscritto, partecipa a Okmedicina!

Autore

Sperelli

File disponibili

Nessun file caricato

Tour del sito