Domande di Diabete

  • Ugone
    l diabete 2 è reversibile?
    Iniziata da Ugone Giovedì, 28 Giugno 2018 5 risposte

    Buona giornata. ..a risentirci

  • espartaco55
    antibiotico
    Iniziata da espartaco55 Martedì, 06 Marzo 2018 0 risposte
  • federica
    controllo glicemico in diabete lada
    Iniziata da federica Giovedì, 15 Febbraio 2018 2 risposte

    Non si possono prescrivere farmaci. ...deve fare visita internistica e valutare tutti gli esami

  • DeborahLunardi
  • Gespo
    Conseguenze del Diabete II
    Iniziata da Gespo Sabato, 30 Dicembre 2017 2 risposte

    Grazie per la risposta,anche se ne so quanto prima...

  • maurinho
    se i valori glicemici sono mediamente intorno a 170 costantemente c'e' rischi alto di ammalarsi?
    Iniziata da maurinho Mercoledì, 04 Ottobre 2017 1 Risposta

    Salve. ..sicuramente questo valore rientra già in un quadro di diabete. ..sarebbe opportuno fare una curva glicemica e insulinemica ed emoglobina glicosilata. ..e poi fare il resoconto

  • diamanda
    Rimosso
    Iniziata da diamanda Venerdì, 21 Aprile 2017 2 risposte

    Rimosso

  • diamanda
    Farmaco o non farmaco?
    Iniziata da diamanda Lunedì, 19 Giugno 2017 2 risposte

    Sì puoi provare. ..in una situazione border line. ...prima di iniziare terapia farmacologica

  • Mike
    Rivoluzionaria cura senza insulina per il diabete
    Iniziata da Mike Venerdì, 05 Maggio 2017 1 Risposta

    Le terapie più avanzate sul diabete attualmente le svolge il prof. Camillo Ricordi, italiano, Professore di chirurgia e medicina della Divisione Trapianti cellulari presso l'Università di Miami e Direttore del famoso Diabetes Researc. Effettua un trapianto con il famoso BioHub. Con esso è ora possiblie uscire dalla terapia insulinica, con un profilo di glucosio eccellente. Queste le parole del professore: " sono i migliori risultati post-trapianto che abbiamo visto in un destinatario dell’isolotto ".
    Ora anche a Milano, al Niguarda, utilizzano la tecnica del prof Ricordi

    www.italiasalute.it/5241/…

    Abbiamo scritto su di lui:

    www.italiasalute.it/…

    lo puoi contattare attraverso la sua pagina facebook
    www.facebook.com/camiricordi/…

    puoi scrivermi in privato

  • antonella
  • Roberto
    diabete tipo 1
    Iniziata da Roberto Venerdì, 08 Luglio 2016 0 risposte
  • Sara_sara90
  • arturo59
    diabete tipo 2
    Iniziata da arturo59 Lunedì, 08 Febbraio 2016 1 Risposta

    Arturo , dovrei valutare che cosa intende lei con ottimale , oltre il valore assoluto dell'emoglobina glicata bisogna considerare la variabilità glicemica altri parametri essenziali per poter considerare necessaria o meno la terapia con dulaglutide.

  • fulviops2
    nuova medicina
    Iniziata da fulviops2 Sabato, 30 Gennaio 2016 1 Risposta

    Fulvio quello che richiede è deontologicamente scorretto , deve semplicemente farsi visitare e in base al consulto con il medico si potrà valutare la necessità o meno di usare o no questa glifozina

  • fulviops2
    invokana
    Iniziata da fulviops2 Giovedì, 11 Febbraio 2016 0 risposte
  • Concettapappada
    nuova terapia con Tresiba
    Iniziata da Concettapappada Mercoledì, 27 Gennaio 2016 1 Risposta

    Si le unità di tresiba possono essere piu o meno uguali alla lantus come inizio terapia , per quanto riguarda le ipoglicemie queste potrebbero presentarsi dopo qualche giorno dall'inizio della terapia con Tresiba durante l'arco della giornata in quanto la stessa ha durata d'azione di 24.
    Se questo dovesse succedere o si cambia l'orario di somministrazione in base alle glicemie pre e post prandiali o semplicemente si possono ridurre le unità

  • Dott.ssa Luna Sifrani (Diabetologa)
    Giornata Mondiale del Diabete
    Iniziata da Dott.ssa Luna Sifrani (Diabetologa) Domenica, 18 Ottobre 2015 1 Risposta

    Dare al pubblico di okmedicina delle linee guida sull'impoortanza di una corretta alimentazione e sull'esercizio fisico. Approfondire il rapporto che può esistere tra il diabete e l'insorgenza della malattia di alzheimer. Organizzare un evento su Roma...

  • Maxmax
    Diabete quadro clinico
    Iniziata da Maxmax Martedì, 25 Agosto 2015 2 risposte

    il punto di forza della terapia deve essere la dieta che deve essere assolutamente priva di cibi raffinati come pasta pane riso e fette biscottate;utilizzi solo gli alimenti integrali come verdure e ortaggi e legumi oltre a latte yogurt bianco intero, anche pesce e un po di carne--ottimi i lupini gialli
    eviti per il momento anche la pasta e il pane integrale
    legga l'ultimo articolo pubblicato per avere maggiori informazioni
    dopo aver sperimentato per 15 giorni tale dieta ed aver visto che funziona, chieda al diabetologo di prescriverle il sitagliptin 100 come i tesavel 100 .
    vedrà che a breve potrà fare a meno dell'insulina che attualmente le fa abbassare la glicemia ma non le consente di dimagrire
    lo schema che le ho consigliato invece le consentirà di dimagrire

  • ivan
    diabete
    Iniziata da ivan Domenica, 20 Settembre 2015 5 risposte

    CARA Dott.ssa, solo se lei vuole, vorremmo contattarla telefonicamente. grazie

  • MariaAllocco
    Glicemia ai limiti cosa faccio ?
    Iniziata da MariaAllocco Mercoledì, 24 Giugno 2015 1 Risposta

    Buonasera Maria, il valore è stato rilevato tramite prelievo venoso ?

  • kinowa
    picco glicemico (300/350)
    Iniziata da kinowa Sabato, 01 Novembre 2014 2 risposte

    Grazie per la risposta, seguirò il suo consiglio. Prima però vorrei provare a mettermi da solo a fare una dieta più contenuta, comunque la mattina a digiuno oscilla fra i 140 e 160.
    La saluto.

  • furetto58
    Diabete e attacchi di panico
    Iniziata da furetto58 Domenica, 20 Luglio 2014 6 risposte

    Ciao,sono 25 anni che soffro di attacchi di panico,che erroneamente vengono confusi con ipoglicemia (stessi sintomi).Purtroppo un neuroscienziato mio amico mi ha rivelato che le persone molto sensibili,anche all'inquinamento atmosferico (carenza di ossigeno),oppure che sono nate come me con il cordone ombelicale stretto intorno al collo,con principio di soffocamento,possono soffrire nel futuro di attacchi di panico.Purtroppo per ora ci sono solo le benzodeziapine,il training autogeno per cercare di ovviare agli attacchi di panico:e' una gran sofferenza,ma ciò che mi rallegra è il fatto che sono più sensibile in senso buono,cioè scrivo
    poesie,mi dedico alla gente che ha bisogno e soprattutto agli animali.

  • espartaco55
    Rimosso
    Iniziata da espartaco55 Venerdì, 11 Luglio 2014 3 risposte

    Rimosso

  • Piero
    Diabete e dieta zona
    Iniziata da Piero Lunedì, 24 Giugno 2013 1 Risposta

    La dieta a Zona è un programma alimentare ideato negli anni '90 da un biochimico americano, Barry Sears. Il concetto di base di questa dieta è la necessità di limitare la produzione d'insulina, responsabile di trasformare i carboidrati in eccesso in grasso corporeo: per questo motivo nella dieta a Zona i carboidrati (zuccheri semplici e complessi, come pane, pasta, riso) vengono assunti solo in modeste quantità, privilegiando ortaggi e verdura, che consentono un controllo insulinico migliore. I carboidrati devono rappresentare non più del 40% delle calorie di ogni pasto, mentre il 30% deve provenire dalle proteine ed il 30% dai grassi: per questo è anche definita dieta 40-30-30. La dieta a Zona si contrappone perciò alla dieta mediterranea, in cui la quantità maggiore di calorie da ingerire è rappresentata dai carboidrati (fino al 60%) con quantità limitate di proteine e di grassi. Apparentemente semplice nel concetto, la dieta a Zona è in realtà estremamente complicata nei calcoli e in termini di realizzabilità, oltre che non pienamente accettata dal punto di vista nutrizionale.
    In particolare si tratta di una dieta fortemente ipocalorica; ad esempio, la quantità di calorie al giorno consigliate
    non sono generalmente in grado di coprire il fabbisogno giornaliero: la dieta a zona, dichiarandosi una ''filosofia di vita'' propone il mantenimento di questo regime calorico e alimentare per tutta la vita, cosa difficilmente realizzabile. Nel suo caso specifico potrà valutare con il suo medico se modificare la terapia antidiabetica (fino eventualmente a sospenderla) qualora con la sola dieta (sia essa a Zona o di altro tipo) dovesse riuscire a mantenere stabilmente dei valori della glicemia nella norma.

  • sibemol
    fegato ingrossato
    Iniziata da sibemol Martedì, 09 Aprile 2013 1 Risposta

    Il termine fegato ingrossato è molto generico. E' probabile che si riferisca ad una steatosi epatica, cioè ad un "fegato grasso". Se così fosse sarebbe dovuto non tanto ai farmaci ma ai livelli di colesterolo che almeno in passato sono stati troppo elevati.

  • mikecds
    Diabete insorto dopo trasfusioni e cura vidaza
    Iniziata da mikecds Venerdì, 29 Marzo 2013 1 Risposta

    L'insorgenza del diabete non è documentata tra i possibili effetti collaterali della terapia con Vidaza. Dovrebbe pertanto in primo luogo considerare altri farmaci, se ne sta assumendo, oppure cercare altre cause. Ad esempio il fatto ci sia questa forte resistenza all' insulina potrebbe far pensare ad una sindrome da insulino-resistenza di tipo B dovuta ad autoanticorpi anti-recettore insulinico.

  • vincenzo
    DIABETE MELLITO
    Iniziata da vincenzo Venerdì, 19 Ottobre 2012 1 Risposta

    Deduco dalla tua richiesta che sei in GESTIONE INTEGRATA. Ti suggerisco di fare una visita dal Diabetologo.

  • kinowa
    ipoglicemia
    Iniziata da kinowa Venerdì, 16 Novembre 2012 1 Risposta

    condivido il parere di Alessandra e aggiungerei che la quantità ideale ma non standard di zuccheri è di 15 gr. poi attesa di 15 minuti e se sempre bassa altri 15 gr.

Tour del sito