Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva

Domande di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva

  • maxfor
    esofago Barrett richiesta chiarimenti
    Iniziata da maxfor Sabato, 17 Novembre 2018 1 Risposta

    Salve. ..esofago di Barret è una patologia in cui l epitelio dell esofago da squamoso assume le caratteristiche dell epitelio dello stomaco. ...di solito è una conseguenza dell ernia iatale. .o del reflusso gastro esofageo. ..la possibilità che si possa trasformare in adenocarcinoma è molto bassa se non rara. ..cmq le consiglierei di fare terapia x HP ..e terapia x ernia iatale e una volta l anno ripetere gastroscopia

  • Alice
    Posologia pantoprazolo 40 mg
    Iniziata da Alice Martedì, 18 Settembre 2018 1 Risposta

    Salve. ..la posologia giusta del gastroprotettore è la mattina. ..poi se vuole seguire il consiglio del suo medico sicuramente non sbaglia...

  • Sfinge
    intestino paralitico
    Iniziata da Sfinge Giovedì, 15 Marzo 2018 0 risposte
  • Vale
    Coliche intestinali
    Iniziata da Vale Mercoledì, 31 Gennaio 2018 2 risposte

    Le cause sono molteplici. ...

  • riccardo
    referto RM addome
    Iniziata da riccardo Mercoledì, 27 Dicembre 2017 0 risposte
  • michele0100
    Nevralgia del trigemino
    Iniziata da michele0100 Mercoledì, 06 Dicembre 2017 1 Risposta

    probabilmente o inserito qualcosa di difficile???

  • bonais
    NCX 1015
    Iniziata da bonais Lunedì, 16 Ottobre 2017 0 risposte
  • Maverik
    Infiammazione cronica
    Iniziata da Maverik Mercoledì, 17 Maggio 2017 1 Risposta

    Faccio presente che sono già stato rassicurato.

  • monique68
    Reflusso Gastroesofageo
    Iniziata da monique68 Mercoledì, 29 Marzo 2017 0 risposte
  • Maverik
    Alimentazione
    Iniziata da Maverik Sabato, 25 Marzo 2017 0 risposte
  • Leo
    POST TERAPIA HELICOBACTER
    Iniziata da Leo Martedì, 31 Gennaio 2017 2 risposte

    grazie

  • Assunta
    Paura
    Iniziata da Assunta Martedì, 13 Dicembre 2016 3 risposte

    Salve. ..non dovrà ripeterla. ....puo ' passare ad un dosaggio inferiore. ...se sta meglio

  • Assunta
    Paura
    Iniziata da Assunta Mercoledì, 07 Dicembre 2016 1 Risposta

    Sì ok

  • Assunta
    Paura
    Iniziata da Assunta Venerdì, 02 Dicembre 2016 10 risposte

    Secondo lei nulla di grave mi disse niente malattie ma al 90 percento di nuovo hp

  • Assunta
    Gastrenterologo
    Iniziata da Assunta Mercoledì, 23 Novembre 2016 2 risposte

    Salve niente di allarmante. ....dovrebbe fare una terapia x la lesione ulcerativa. ...con farmaci gastroprotettori e antiacidi. ...senta il suo medico curante o lo specialista

  • checco
    dolori addominali
    Iniziata da checco Venerdì, 09 Settembre 2016 20 risposte

    Lo sto già prendendo da molto tempo ma niente.... I dolori si intensificano partendo dalla bocca dello stomaco scendendo sulla pancia e sento spesso come delle fitte molto forti anche sulla parte sinistra della pancia...

  • Franco
    Disbiosi intestinale
    Iniziata da Franco Domenica, 21 Agosto 2016 0 risposte
  • Simo7729
    Gastrite
    Iniziata da Simo7729 Sabato, 06 Agosto 2016 0 risposte
  • Marco1983
    Gamma Gt Alte
    Iniziata da Marco1983 Domenica, 10 Aprile 2016 7 risposte

    Ciao, hai provato a rivolgerti ad uno Specialista in Gastroenterologia? penso che possa fugare ogni tuo dubbio facendoti fare esami più specifici. Facci sapere se vuoi. Saluti

  • pietro53
  • gennaro63
    disfagia
    Iniziata da gennaro63 Martedì, 23 Febbraio 2016 7 risposte

    Grazie ancora x la risposta celere Prof mi sono rivolto proprio l'altro giorno a uno specialista in gastroenterologia mi ha detto di fare la gastro xche non era utile secondo lei, in quanto era una donna, da considerare che la gastro lo praticata 4 anni fa con risultato di reflusso . Vedo di cambiare medico .Grazie ancora Prof.........lei dove esercita?

  • Alessandro
    Esofagite....possibile legame con astinenza nicotina?
    Iniziata da Alessandro Lunedì, 01 Febbraio 2016 2 risposte

    Ringrazio per la risposta, non nascondo che sto passando un periodo non sereno ma ne ho passati di peggiori, confermo comunque che la sigaretta elettronica, fumandola solo la sera, mi risolve il problema allo stomaco/gola.
    Parlerò con il mio medico curante perché preferisco prendere la sera un farmaco e non ritornare a fumare (anche se non nascondo che mi piace farlo).

  • kech1963
    Resezione intestinale e scariche post pasti
    Iniziata da kech1963 Mercoledì, 18 Febbraio 2015 5 risposte

    Gentilissimo, secondo stime presenti su Internet, il primato come miglior reparto di gastroenterologia in Italia è su Roma e spetta al Policlinico di Tor Vergata...

  • massimo
    bruciore stomaco saltauario ....info
    Iniziata da massimo Martedì, 24 Marzo 2015 2 risposte

    grazie...anche se a volte nulla durante il giorno ? anche se per TUTTA la notte e quindi coricato nulla ? coem la cura va bene GERD OFF o come ? grazie

  • squalo
    diarrea e forte tremore alle gambe
    Iniziata da squalo Martedì, 17 Febbraio 2015 1 Risposta

    Mi sembra una sintomatologia che necessiti di un consulto approfondito di tipo ngastroenterologico.

    Saluti,

    RC

  • unaManu
    Rimosso
    Iniziata da unaManu Mercoledì, 11 Febbraio 2015 3 risposte

    Rimosso

  • riccardo
    esito gastroscopia
    Iniziata da riccardo Mercoledì, 28 Gennaio 2015 1 Risposta

    Le confermo che la metaplasia è una cosa da tenere sotto controllo perchè, in alcuni rari casi, può evolvere negativamente. L'unica cosa che può fare per ridurre il rischio è fare una terapia per eradicare l'Helicobacter pylori.

  • Robmax
    Gamma Gt alterate
    Iniziata da Robmax Lunedì, 17 Novembre 2014 0 risposte
  • cicci
    soffocamento notturno
    Iniziata da cicci Sabato, 01 Novembre 2014 1 Risposta

    Potrebbe essere un problema di reflusso gastroesofageo, quindi il consiglio è di effettuare una visita in cui, se il sospetto è confermato, potranno per prima cosa prescrivergli dei farmaci antireflusso. Il verificare se questa terapia è efficace è già di per sè quasi una diagnosi e comunque sarà il medico che valuterà la necessità di un'eventuale gastroscoia.

  • babborazzo
    secchezza palatale di notte
    Iniziata da babborazzo Mercoledì, 05 Novembre 2014 1 Risposta

    La gastrite, così come anche il reflusso gastroesofageo, possono essere causa di xerostomia (bocca secca), ma le ause possono essere varie. Pertanto il consiglio è di consultare il proprio medico per modificare la terapia in atto per la gastrite a favore di una terapia più "forte". Inoltre può essre utile eseguire almeno gli esami del sangue di base (se non li ha già fatti recentemente) per escludere altre possibili cause.

  • SiLvia
    Mal di pancia
    Iniziata da SiLvia Venerdì, 31 Ottobre 2014 1 Risposta

    per andare in bagno,prova (MOVICOLON)
    non so se in italia lo trovi parlane col dottore
    vuoi un consiglio fai al piu presto possibile
    la colonscopia....
    buona guarigione...
    ciao

  • riccardo
    Gastroscopia
    Iniziata da riccardo Mercoledì, 15 Ottobre 2014 0 risposte
  • Silvietta
    Mal di pancia leggero ma persistente
    Iniziata da Silvietta Martedì, 23 Settembre 2014 1 Risposta

    Salve, le suggerisco di fare analisi del sangue e delle feci per sangue occulto e se necessario anche la colonscopia.

    Saluti, RC

  • Orionlight
    Fitte pancia e senso di spossatezza
    Iniziata da Orionlight Lunedì, 08 Settembre 2014 1 Risposta

    Sarebbe opportuna una visita da un gastroenterologo e magari una ecografia per sincerarsi di tutto.

  • antonino1045
    PROBLEMI GASTROINTESTINALI POST DIMISSIONI OSPEDALE
    Iniziata da antonino1045 Venerdì, 04 Luglio 2014 3 risposte

    Mi sembra che si sia verificato un miglioramento. E' importante mettere al corrente di questo il suo gastroenterologo e decidere insieme se procedere con colonscopia.

    Saluti, RC

  • Ale Sot
    Eruttazioni e singhiozzi
    Iniziata da Ale Sot Lunedì, 23 Giugno 2014 1 Risposta

    Dovrebbe fare una gastroscopia ed un RX dell'esofago per fare una diagnosi e risolvere il problema.

    Saluti, RC

  • Sperelli
  • Carmela65
    Sospetto Morbo di Crohn.
    Iniziata da Carmela65 Mercoledì, 21 Maggio 2014 0 risposte
  • lucky
    resezione ileale
    Iniziata da lucky Domenica, 11 Maggio 2014 2 risposte

    Grazie dott. Caviglia. ma l'intero intervento non abbiamo capito bene in cosa consista. Inoltre sta mangiando tranquillamente quasi tutto,ma è molto debole. Ci stavamo ponendo il problema in quanto siamo venuti a conoscenza che potrebbe trattarsi di malassorbimento. Potrebbe essere così?

  • lucky
    resezione ileale
    Iniziata da lucky Domenica, 11 Maggio 2014 0 risposte
  • Gerarda
    gastrite atrofica
    Iniziata da Gerarda Venerdì, 09 Maggio 2014 1 Risposta

    Dovrebbe rivolgersi al ministero della salute per avere informazioni inerenti alla patologia in questione.

    Salute, RC

  • Purplein
    4 mesi fitte forti intestino - perdita di peso ingente
    Iniziata da Purplein Martedì, 22 Aprile 2014 2 risposte

    fare una pet/tac al più presto, Rita

  • pippo82
    La Colite
    Iniziata da pippo82 Sabato, 19 Aprile 2014 1 Risposta

    Salve sig.ra pippo82,

    in questo caso le suggreisco di fare una colonscopia x valure il tipo di problema di cui soffre.

    Cordiali saluti,

    RC

  • pippo82
    La Colite
    Iniziata da pippo82 Sabato, 19 Aprile 2014 1 Risposta

    Consigli via Web sono difficili da dare. Se i disturbi sono presenti da anni, non dovrebbe essere nulla di grave: lasindrome del colon irritabile. Meglio rivolgersi ad un bravo gastroenterologo

  • Miky <3
    Dolori tra lo sterno e lo stomaco
    Iniziata da Miky <3 Sabato, 19 Aprile 2014 1 Risposta

    E' probabile che sia un dolore da ernia iatale, ma diventa difficile decidere e dare terapie senza vedere il paziente. Senti dalla guardi medica.

  • alessandro
    dolore basso addome dx
    Iniziata da alessandro Venerdì, 11 Aprile 2014 0 risposte
  • Marilegot
    esito gastroscopia
    Iniziata da Marilegot Mercoledì, 09 Aprile 2014 1 Risposta

    Cara Sig. Gottardi, per il momento mi sento di tranquillizzarla. Sembra trattarsi solo di reflusso gastro-esofageo.

    Aspettiamo l'esito dell'esame istologico per avere un quadro clinico definitivo.

    Saluti, RC

  • babborazzo
    consiglio
    Iniziata da babborazzo Giovedì, 27 Marzo 2014 0 risposte
  • maria
    Helicobacter pilory
    Iniziata da maria Lunedì, 17 Marzo 2014 1 Risposta

    Gentile sig. Mary, credo che i suoi problemi derivino dalla malattia da reflusso Gastro-esofageo i cui sintomi possono peggiroare dopo l'intervento di colecistectomia. L' HP non rappresenta la causa dei suoi disturbi da reflusso e, pertanto, non ravvedo la necessità di fare un'ulteriore gastroscopia nè, tanto meno, di effettuare un'altra cura eradicante.

    Tra un paio d'anni ripeta la gastroscopia con biopsie.

    Cordiali saluti,

    RC

  • GIADA
    ERNIA IATALE DA SCIVOLAMENTO
    Iniziata da GIADA Mercoledì, 12 Marzo 2014 1 Risposta

    Salve Sig. Giada, le indicazioni all'intervento per ernia gastrica jatale le pone il gastroenterologo dopo una serie di test specialistici. Il tipo di intervento lo decide il chirurgo in base all'età ed alle condizioni del paziente. Generalmente questo intervento si fa in laparoscopia.

    Cordilai saluti, RC

  • monica
    Celiachia e VP/
    Iniziata da monica Lunedì, 03 Marzo 2014 0 risposte
  • Mirco89
    Dolore di stomaco e stitichezza
    Iniziata da Mirco89 Venerdì, 28 Febbraio 2014 1 Risposta

    Salve Sig. Mirco89, le suggerisco di fare una visita gastronterologica ed, eventualemente, effettuare un colonscopia con biopsie.

    Salutl,

    RC

  • Jerry
  • maria47
    sospetta celiachia
    Iniziata da maria47 Venerdì, 21 Febbraio 2014 1 Risposta

    Cara signora Maria47, purtroppo mi ha fornito informazioni parziali e poco descrittive (esempio, che tipo di anticorpi sono stati dosati?). Dalla sintomatologia che descrive mi sembra plausibile parlare di ipersensibilità al glutine.

    Confermo l'utilità di una entero-RM ed una più attenta valutazione sierologica.

    Saluti, RC

  • Maria
    Nausea e dolore stomaco
    Iniziata da Maria Martedì, 11 Febbraio 2014 1 Risposta

    Le suggerisco di eseguire una gastroscopia ed una ecografia epatica e, alla luce dei risultati, iniziare una cura specifica.

    Cordiali saluti, RC

  • lizzona
    Dolore Inguinale sinistro.
    Iniziata da lizzona Lunedì, 17 Febbraio 2014 1 Risposta

    Salve Lizzona,

    da quello che mi scrive potrebbe trattarsi di una ernia inguinale. Le suggerisco di fare una ecografia e di fare un consulto con un chirurgo al fine di stabile la diagnosi ed il trattamento.

    Saluti, RC

  • gabriele
    Helycobacter pilori
    Iniziata da gabriele Lunedì, 03 Febbraio 2014 0 risposte
  • chiara9115
    Ernia iatale da stress
    Iniziata da chiara9115 Mercoledì, 22 Gennaio 2014 1 Risposta

    Come chirurgo le consiglio di eseguire una gastroscopia ed un ecografia addominale per eliminare ogni fonte di angoscia.
    Un cordiale saluto

  • davigiulia
    Esame hcv rna quantitativo
    Iniziata da davigiulia Martedì, 21 Gennaio 2014 1 Risposta

    Cara signora davigiulia,

    i dati da lei riportati dimostrano che sicuramente che il virus si sta riattivando, ma questo non significa che ciò determini un rapido peggioramento delle condizioni cliniche di sua mamma. Deve eseguire test specifici di funzione epatica e citolisi, ecografia, e fibroscan.

    Le suggerisco di rivolgersi ad un centro di epatologia che possa aiutarla a gestire nel migliore dei modi il problema di sua mamma.

    Un caro saluto,

    RC

  • babborazzo
    cure dopo esame EGDS
    Iniziata da babborazzo Mercoledì, 01 Gennaio 2014 1 Risposta

    Cara sigor babborazzo,
    la diarre è un effetto collaterale del lasnoprazolo che termina con la sua sospensione. Le informazioni inerenti le biopsie sono approssimative e non consentono una risposta.

    Saluti, RC

  • greraf
    diarrea da 10 anni
    Iniziata da greraf Domenica, 29 Dicembre 2013 1 Risposta

    Cara signora greraf, immagino che siano stati già effettuati tutti i test di base per parassitosi, celiachia, Malattia di Crohn, Rettocolite etc. e siano risultati negativi. Non conosco il prof. silvestro.

    Se avesse bisogno di un consulto mi faccia sapere.

    Cordiali saluti, RC

  • Auross
    Trattamento antivirale con Hepsera
    Iniziata da Auross Mercoledì, 18 Dicembre 2013 1 Risposta

    Non in modo particolare.

  • violetta
    ulcera sanguinante da FANS
    Iniziata da violetta Lunedì, 09 Dicembre 2013 1 Risposta

    Cara signora Violetta,

    le suggerisco di continuare la terapia per l'ulcera e non pensare all'erna iatale. Per il resto riprenda la sua vecchia alimentazione e le sue abitudini per evacuare. Eviti aspirina ed anti-infiammatori.

    Saluti, RC

  • violetta
    ulcera sanguinante da FANS
    Iniziata da violetta Lunedì, 09 Dicembre 2013 0 risposte
  • GiorgiaD81
    polipo colecisti e sindrome postcolecistectomia
    Iniziata da GiorgiaD81 Martedì, 03 Dicembre 2013 1 Risposta

    cara signora, è quasi certo che dopo l'intervento i suoi sintomi legati al reflusso ed all'intestino irritabile peggioreranno sicuramente. Per ciò che concerne la s. postcolecistectomia non è prevedibile. Le suggerisco di posticipare l'intervento e continuare un monitoraggio del piccolo polipo ogni 6 mesi.

    Saluti, RC

  • babborazzo
    cura EGDS ernia iatale
    Iniziata da babborazzo Mercoledì, 27 Novembre 2013 1 Risposta

    Diagnosi: Esofagite grado A sec. Los Angeles.

    Cordiali saluti, Renato Caviglia

  • Marilusi
    sindrome aderenziale
    Iniziata da Marilusi Venerdì, 22 Novembre 2013 1 Risposta

    Gentile signora Marilusi,

    la periodicità della sua sintomatologia dolorosa mi fa pensare che oltre alla sindrome aderenziale ci sia anche una endometriosi peritonelale o intestianle. Una RMN addominale con quesito specifico possa aiutarla a prendere una decisione.

    Saluti, RC

  • Marilusi
    sindrome aderenziale
    Iniziata da Marilusi Venerdì, 22 Novembre 2013 0 risposte
  • scilla
    epatite c e fegato grasso
    Iniziata da scilla Sabato, 16 Novembre 2013 1 Risposta

    Cara sig. Scilla, i suoi disturbi sono troppo vaghi per essere ricondotti a qualche causa specifica. Le analisi che ha fatto le forniranno sicuramente indicazioni più precise.

    Mi tenga aggiornato. saluti, RC

  • babborazzo
    reflusso gastroesofageo
    Iniziata da babborazzo Domenica, 17 Novembre 2013 1 Risposta

    Caro sig. Babborazzo,

    se il suop medico curante ritiene opportuno prescrivere tale esame avrà le sue ragioni. le suggerisco di seguire le sue indicazioni.

    Saluti, RC

  • babborazzo
    reflusso gastroesofageo
    Iniziata da babborazzo Domenica, 17 Novembre 2013 0 risposte
  • sashel2008
    calcolosi biliare
    Iniziata da sashel2008 Giovedì, 14 Novembre 2013 1 Risposta

    Le suggerisco di parlarne con il chirurgo che dovrà operarla e con il suo anestesista.

    Saluti, RC

  • davide82
    fitte schiena
    Iniziata da davide82 Lunedì, 11 Novembre 2013 0 risposte
  • IreneG
    Extrasistole e ernia
    Iniziata da IreneG Lunedì, 04 Novembre 2013 2 risposte

    Cara signora, non è del tutto certo che una ernia iatale possa determinare extrasistoli (potrebbe essere anche il reflusso gastro-esofageo). Soprattutto, non è sicuro che l'intervento chirurgico per la rimozione dell'ernia possa eliminare la extra-sistolia.

    Saluti, RC

  • IreneG
    Ernia di 5 centimetri intervenire chirurgicamente o no? E manomateia fa male?
    Iniziata da IreneG Sabato, 19 Ottobre 2013 1 Risposta

    Cara signora, la premessa è che nessun chirurgo dovrebbe operarla se non ha fatto prima la pH-impedenziometria (la semplice pH-metria è ormai obsoleta) e la manometria. Per quanto concerne l'indicazione sarà il suo gastroenterologo a decidere sulla base dei risultati degli esami descritti.

    Saluti, RC

  • mothia85
    stomaco sempre gonfio e intestino pigro.
    Iniziata da mothia85 Mercoledì, 30 Ottobre 2013 1 Risposta


    Il meteorismo rappresenta uno dei disturbi più frequenti e fastidiosi.

    È normale eliminare il gas in eccesso, anche se ciò può rivelarsi scomodo ed imbarazzante, tramite eruttazione e flatulenza.
    La flatulenza, anche involontaria o nel sonno, rappresenta un problema serio nella vita di relazione, specie per chi conviva situazioni di intimità. Alcuni pazienti single vivono la paura di ciò al punto di non passare mai la notte con il proprio partner; alcuni coniugi sono costretti ad alzarsi di notte per recarsi in bagno ad emettere i propri gas con la dovuta discrezione.
    Cerchiamo insieme di analizzare il meccanismo di formazione dei gas per limitarne la quantità e la tensione addominale, altrettanto sgradevole.

    Qual è la quantità normale di gas che emettiamo dal nostro intestino ?

    La normale produzione giornaliera di gas può variare da 0.5 a 2 litri; il gas viene eliminato mediamente 14 volte al giorno tramite l’ano.
    L’odore sgradevole deriva dai batteri del grande intestino che rilasciano piccole quantità di gas contenenti zolfo. Comprendere le cause, i modi per ridurre i sintomi ed il trattamento più idoneo ci aiuterà a trovare sollievo ed ad evitare situazioni imbarazzanti o di disagio.
    Sintomi e problemi:
    oflatulenza;
    ogonfiore addominale;
    odolore addominale;
    oeruttazione.

    Perché chi è affetto da stitichezza soffre spesso anche di meteorismo?

    I carboidrati (zuccheri) formano gas mentre, al contrario, i grassi e le proteine sono causa di quantità trascurabili.
    Il lattosio è lo zucchero naturale del latte, è presente nel formaggio e nel gelato ed in molti prodotti alimentari trasformati come pane, cereali ed anche verdure, insalate e condimenti.
    Molti di noi, dopo l’infanzia, possono avere un basso livello di lattasi (è l’enzima necessario per digerire il lattosio).
    Inoltre con l’età i livelli enzimatici possono diminuire: la conseguenza è che si rileva la presenza di notevoli quantità di gas dopo aver mangiato alimenti che contengono lattosio.
    La maggior parte degli amidi, comprese le patate, il grano e la pasta, producono gas, mentre il riso è l’unico alimento contenente amido che non provoca gas.

    Perché sono utili gli alimenti che contengono fibre solubili ed insolubili?

    La fibra solubile si scioglie facilmente nel colon causando gas ed assume una consistenza gelatinosa: si trova nella crusca di avena, nei fagioli, nei piselli e nella maggior parte della frutta.
    La fibra insolubile passa essenzialmente immutata attraverso l’intestino e produce poco gas.
    Come abbiamo detto, la crusca di frumento e alcune verdure contengono questo tipo di fibra.

    Come possiamo capire se i sintomi sono invece causati da malattie?

    Dobbiamo analizzare le abitudini alimentari e considerare con attenzione i sintomi per escludere malattie.
    È utile tenere un diario degli alimenti e delle bevande consumate per un determinato periodo di tempo; ad es. evitare i prodotti lattiero – caseari per un periodo.
    Nel sospetto di intolleranza al lattosio, si può eseguire un banale test del sangue o altre indagini mirate. Consigliamoci comunque con il nostro medico: un attento riesame della dieta e della quantità del cibo possono eliminare sintomi provocati da determinati alimenti.

    Cosa è consigliabile fare per alleviare i disturbi del meteorismo

    •Mangiare lentamente e senza parlare;
    •Evitare di parlare velocemente (attenti alle gomme da masticare!)
    •Abolire o ridurre il fumo (che introduce aria);
    •Evitare gli stress;
    •Non coricarsi dopo i pasti;
    •Fare attività fisica;
    •Evitare pasti abbondanti, ricchi di zuccheri, bevande gassate, fritture.
    •Limitare i grassi;
    •Bere tisane di finocchio, sedano o menta (eliminano i gas);
    •Usare carbone vegetale (cattura il gas nell’intestino);
    •Usare ciclicamente fermenti lattici: riequilibra la flora batterica;
    •Cuocere sempre la verdura: le fibre sono così parzialmente digerite alleggerendo il lavoro dei batteri intestinali.

    ALIMENTI CHE INDUCONO METEORISMO

    •Latte, formaggi teneri, ricotta;
    •Insaccati;
    •Cipolla, cavolo, rapa, verza, cavolfiore, aglio, peperoni, radici amare, melanzane, minestre di verdura;
    •Cereali e derivati integrali;
    •Legumi;
    •Cibi ricchi di aria (panna montata, frappè);
    •Spezie;
    •Brodo di carne;
    •Frutta secca e oleosa;
    •Dolcificanti contenenti sorbitolo, mannitolo, xilitolo.

    Quali sono, invece, gli alimenti concessi ?

    •Formaggi stagionati es: grana, groviera, emmenthal, asiago;
    •Prosciutto magro, culatello, bresaola, fiocchetto;
    •Frutta: mele, banane, spremute filtrate di agrumi.

    Che cosa è e quali sono le cause dell’aerofagia

    Come per il meteorismo, bere o mangiare rapidamente, l’uso di gomme da masticare, il fumo o i difetti di masticazione o delle protesi dentarie fanno ingoiare eccessiva aria.
    Più frequentemente, l’aria viene in parte eruttata ed in parte prosegue nel tenue, dove viene riassorbita parzialmente; una piccola quantità prosegue nel colon e viene rilasciata attraverso il retto. Talvolta, come abbiamo detto ma è utile ripetere, non siamo in grado di digerire ed assorbire alcuni carboidrati che si trovano in molti alimenti a causa di una carenza o dell’assenza di alcuni enzimi che aiutano la digestione; nel grosso intestino, di solito, la flora batterica intestinale digerisce parte degli alimenti producendo idrogeno, anidride carbonica, e, in circa un terzo di tutte le persone, il metano: alla fine questi gas vengono espulsi attraverso il retto.

    Le consiglio di seguire i consigli che Le ho fornito; valuti anche quanto influisce la psico-somatica ed eventualmente mi interpelli ai miei recapiti.
    Cordiali saluti

  • vale75
    polipo colicisti
    Iniziata da vale75 Venerdì, 08 Novembre 2013 2 risposte

    Domanda interessante ed a cui è difficile dare una risposta. E' difficile prevedere se e quando si trasformerà in qualcosa di più aggressivo. Il mio suggerimento è di continuare a monitorarlo e nel caso si ingrandisse di sottoporsi comunque a colecistectomia.

    Saluti, RC

  • cleme77
    Sibo e pustole sul ventre e sulla parte alta delle cosce
    Iniziata da cleme77 Lunedì, 21 Ottobre 2013 1 Risposta

    Nessuna risposta????

  • Damy de Sario
    dolori e spili a fiachi e sotto capezzoli
    Iniziata da Damy de Sario Giovedì, 17 Ottobre 2013 3 risposte

    non mi avetete risposto ancora a questa domanda.
    ho fatto un eletrocardiograma e doper e visita ai piolmoni per presione alta e sta tutto bene.
    qunindi non ce bisognio di fare una rx torace giusto?

  • mothia85
  • enricomaria
    Alitosi
    Iniziata da enricomaria Martedì, 29 Ottobre 2013 0 risposte
  • crazymadog
    Rimosso
    Iniziata da crazymadog Domenica, 15 Settembre 2013 3 risposte

    Rimosso

  • giugio
    Calcoli alla coliciste
    Iniziata da giugio Giovedì, 17 Ottobre 2013 3 risposte

    Le suggerisco di porre queste domande al chirurgo che la sottoporrà all'intervento.

    Non posso rispondere per altri.

    Saluti, RC

  • kekambas8
    Problemi di stipsi
    Iniziata da kekambas8 Venerdì, 18 Ottobre 2013 2 risposte

    Salve, le suggerisco di effettuare anche una colonscopia ed una defecografia. Poi, eventualemnete bio-feedback anale.

    Saluti, RC

  • pensiero
    Gastroenterologia
    Iniziata da pensiero Sabato, 12 Ottobre 2013 1 Risposta

    Le suggerisco di far effettuare una gastroscopia.

    Saluti, RC

  • Zanzy89
    Informazione
    Iniziata da Zanzy89 Mercoledì, 02 Ottobre 2013 1 Risposta

    provi per un paio di settimane.

    saluti, RC

  • mag
    malattia da reflusso acido e biliare
    Iniziata da mag Martedì, 01 Ottobre 2013 1 Risposta

    Salve Mag,

    le suggerisco di sottoporsi ad una impedenziometria esofagea che è sicuramente più accurata della ph-metria.

    Inoltre, sia l'acido ursodessosicolico che l'intervento endoscopico non sono indicati nel suo caso.

    Saluti, RC

  • Zanzy89
    Disturbo digestivo
    Iniziata da Zanzy89 Mercoledì, 02 Ottobre 2013 1 Risposta

    Salve Zanzy89,

    potrebbe trattarsi di reflusso gastro-esofageo. Provi il geffer bustine (1 prima di pranzo e prima di cena) ed eviti di assumere latte e derivati.

    Saluti, RC

  • manola
    colite ulcerosa
    Iniziata da manola Lunedì, 30 Settembre 2013 1 Risposta

    Egregia signora,

    l'alimentazione rappresenta un cardine fondamentale nella gestione della Colite ulcerosa e della malattia di Crohn.

    Mi sento di rassicurarla sulla totale innocuità delle erbe aromatiche. Inoltre, i nutrizionisti non sono in grado di gestire casi complicati come la rettocolite ulcerosa e dovrebbero esimersi dal dare consigli in queste patologie.

    Infine, le suggerisco questo link dove troverà tutte le informazioni necessarie inerenti l'alimentazione nelle malattie infiammatorie intestinali: www.docvadis.it/renato-caviglia/page/guida_medica_personale/la_patologia/…

    Cordiali saluti,

    RC

  • massimiliano
    Bocca, lingua e gola secca
    Iniziata da massimiliano Domenica, 29 Settembre 2013 0 risposte
  • Damy de Sario
    leggero dolore sotto ai capezzoli al centro
    Iniziata da Damy de Sario Giovedì, 26 Settembre 2013 2 risposte

    grazie ma un parere non ce ai

  • milena60
    Problemi con l'ernia iatale
    Iniziata da milena60 Martedì, 27 Agosto 2013 2 risposte

    Gentile Milena, la invito a leggere il mio articolo on line &quot;quando devi rivolgerti al chirurgo per la cura del reflusso gastroesofageo&quot;

  • enricomaria
    reflusso gastroesofageo
    Iniziata da enricomaria Lunedì, 09 Settembre 2013 2 risposte

    NELLA SPERANZA DI ESSERLE UTILE, LE RIPORTO UN MIO ARTICOLO ON LINE SUL REFLUSSO GASTROESOFAGEO DI INTERESSE CHIRURGICO.

    Se il contenuto dello stomaco (liquido, solido o gassoso) risale verso l’esofago, anziché scendere a valle verso il duodeno, si verifica il reflusso gastroesofageo.
    I pazienti affetti riferiscono tipicamente: bruciore dietro lo sterno (pirosi), risalita del cibo fino al cavo orale (rigurgito), dolore toracico simile a quello cardiaco (pseudo-angina), tosse e laringite croniche, crisi respiratorie di tipo asmatico.
    Il reflusso, senza sintomi, è un fenomeno fisiologico, presente anche nel soggetto sano.
    Il reflusso sintomatico, occasionale, è un evento invece patologico, sperimentato, almeno una volta nella vita, da una consistente percentuale della popolazione generale, che si giova della terapia medica (farmaci che agiscono sulla secrezione acida dello stomaco, farmaci che consentono allo stomaco di spingere più efficacemente, a valle, il suo contenuto).

    Devi rivolgerti al chirurgo solo in alcuni casi, che rientrano nella cosiddetta malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE), nella quale è presente almeno uno dei seguenti quattro elementi:

    1) il reflusso genera sistematicamente sintomi, tipicamente entro due ore dal termine del pasto;
    2) il reflusso ha danneggiato il rivestimento interno dell’esofago (mucosa) con: lesioni esofagee infiammatorie (esofagite), o ulcerative, o trasformazione metaplastica (cellule normali ma diverse da quelle abitualmente presenti) della mucosa (esofago di Barrett);
    3) parte dello stomaco ha abbandonato l’addome, collocandosi nel torace e qui, entrando in contatto con il rivestimento del cuore e dei polmoni (pericardio, pleure) provoca sintomi di tipo cardiaco e/o respiratorio: in questo caso sei affetto da ernia iatale sintomatica;
    4) la porzione inferiore dell’esofago ha una pressione talmente bassa da non impedire la risalita del contenuto gastrico: riduzione del tono dello sfintere esofageo inferiore.


    Il chirurgo propone l’intervento solo in una minoranza di casi:
    1) assenza di risposta alla terapia farmacologia e/o severo ritorno dei sintomi (recidive) dopo sospensione della stessa;
    2) risposta paradossa alla terapia farmacologica con reflusso amaro (alcalino) e rigurgito di frammenti di cibo indigerito;
    3) effetti collaterali della terapia medica cronica (ginecomastia, dermatite lichenoide, alterazioni ematologiche autoimmuni);
    4) esofago di Barrett refrattario alla terapia medica;
    5) sintomatologia extradigestiva (asma, pseudo-angina) associata ad ernia iatale di cospicue dimensioni.

    Se rientri in uno dei 5 gruppi sopra riportati, sei fra i pochi pazienti che possono giovarsi della chirurgia per risolvere in modo definitivo i sintomi che li affliggono.
    La soluzione chirurgica migliore (gold standard chirurgico) è rappresentato dalla fundoplicatio laparoscopica dello stomaco: attraverso 4 o 5 piccole incisioni addominali (fori laparoscopici) si avvolge, in modo permanente, la parte superiore dello stomaco intorno alla parte inferiore dell’esofago; tutto questo genera un meccanismo di valvola antireflusso, risolvendo definitivamente i sintomi, che hanno condotto il paziente dal chirurgo. Nel medesimo intervento chirurgico si riduce in addome l’eventuale ernia iatale e si ripara il diaframma (iatoplastica).
    La fundoplicatio è un intervento noto fin dagli anni ’50, praticato in laparoscopia solo in tempi più recenti, con diversi nomi, quelli dei chirurghi che per primi l’hanno eseguita ciascuno con aspetti originali. Lo stomaco può essere avvolto attorno all’esofago in modo completo (a 360°) realizzando così la fundoplicatio secondo Nissen o parziale, come nella fundoplicatio secondo Toupet (270°) e secondo Lotart-Jacob (90°).

    Autore: Dr. Domenico Labonia

  • Damy de Sario
    colite
    Iniziata da Damy de Sario Domenica, 08 Settembre 2013 4 risposte

    No, non credo che il tetano sia coinvolto.

    saluti, RC

  • Damy de Sario
    colite
    Iniziata da Damy de Sario Domenica, 08 Settembre 2013 0 risposte
  • mothia85
    rigonfiamento stomaco lato dx.
    Iniziata da mothia85 Domenica, 25 Agosto 2013 0 risposte
  • sendro
    anemia e sangue occulto
    Iniziata da sendro Martedì, 27 Agosto 2013 1 Risposta

    Buona sera, la studio del piccolo intestino con videocapsula è un esame non invasivo e che potrebbe risultare utile. Nel frattempo le farei fare i seguenti esami di laboratorio: Gastrinemia basale, Anticorpi anti cellule parietali, Vit. B12, Ac. Folico, EMA ed anti-transglutaminasi.

    Mi faccia sapere come evolve la situazione. Saluti, RC

  • Cristina
    PROBLEMI ALL'ADDOME
    Iniziata da Cristina Giovedì, 22 Agosto 2013 2 risposte

    Gent.mo Dottore, ringrazio per le rassicurazioni. Seguirò di certo i Suoi consigli e La terrò aggiornata. Un saluto

  • oro
    dott.caviglia
    Iniziata da oro Venerdì, 23 Agosto 2013 0 risposte
  • Otakar81
    Referto gastroscopia
    Iniziata da Otakar81 Giovedì, 22 Agosto 2013 1 Risposta

    Cara signora, il suo medico non ha ben chiaro il problema. Le soffre di reflusso G-E non erosivo.

    Dovrebbe sottoporsi ad una impedenziometria dell 24 ore ed eseguire buona terapia anti-reflusso con esomeprazolo 20 mg 2 volte al dì. vedrà che starà molto meglio.

    Saluti, RC

Tour del sito