cover photo

Podologia

Iscriviti al Gruppo
Podologia

Categoria
Ortopedia
Creato
Giovedì, 12 Luglio 2018
Amministratori Gruppo
Sperelli, Dott.ssa Rossella Fico ( Podologia)

Tutto sui trattamenti delle affezioni epidermiche e ungueali. Come curare unghie incarnite, verruche e micosi.

Categoria
Ortopedia
Creato
Giovedì, 12 Luglio 2018
Amministratori Gruppo
Sperelli, Dott.ssa Rossella Fico ( Podologia)
  • Dott.ssa Rossella Fico ( Podologia)
    Metatarsalgie

    METATARSALGIA

     

    • anomalie di lunghezza dei raggi metatarsali;
    • anomalie di posizione dei raggi metatarsali (metatarso in equinismo)
    • anomalia di motilità di uno o più raggi della Lisfranc, come per gli esiti post-traumatici.

    Clinicamente in questi casi si apprezzano delle formazioni di ipercheratosi o callosità plantari (callo) in corrispondenza della/e testa/e

     

    Metatarsalgie non biomeccaniche

    Le metatarsalgie non biomeccaniche hanno origine da interessamento flogistico articolare o para-articolare da malattie sistemiche (Artrite reumatoide, Lupus eritematoso sistemico, etc…) o da affezioni locali (Artrite settica).

    A volte le metatarsalgie presentano lesioni definite ai nervi interdigitali definite con il nome di Neuroma di Morton o meglio Neuroma Civinini-Morton, polinevriti, lesioni vascolari o altre lesioni dei capi articolari (Malattia di Kolher, osteonecrosi asettica della testa del II osso metatarsale) o dei tessuti molli.

     

    Trattamento e Prevenzione

    La prima fase del trattamento della metatarsalgia consiste nello stabilire la causa del dolore. Nel caso in cui il dolore sia causato da calzature della misura non corretta, è necessario cambiare le calzature. Calzature con punta spaziosa sia in altezza che in larghezza (zona delle dita) e una suola arrotondata sono l’ideale per il trattamento della metatarsalgia. Una punta spaziosa in altezza e larghezza consente al piede di allargarsi, mentre la suola arrotondata riduce lo stress sul cuscinetto plantare.

    E' possibile scaricare la pressione dal cuscinetto plantare grazie ad una vasta gamma di prodotti specifici. Le ortesi concepite per ridurre il dolore nella zona del cuscinetto plantare, in genere, comprendono un cuscinetto metatarsale. L’ortesi ha il cuscinetto piazzato dietro il cuscinetto plantare per ridurre la pressione e ridistribuire il peso spostandoli dalla zona dolente a zone con maggiore tolleranza. Altri prodotti che vengono spesso raccomandati sono cuscinetti metatarsali di gel e bendaggi metatarsali. Usando questi prodotti con calzature adeguate si ottiene un significativo sollievo dei sintomi.
    Se il problema persiste, consultate il vostro podologo.

    Mercoledì, 20 Febbraio 2019 da Dott.ssa Rossella Fico ( Podologia)
  • Dott.ssa Rossella Fico ( Podologia)
  • Dott.ssa Rossella Fico ( Podologia)
  • Dott.ssa Rossella Fico ( Podologia)
  • Dott.ssa Rossella Fico ( Podologia)
  • Dott.ssa Rossella Fico ( Podologia)
Visualizza tutti gli articoli Visualizzando 6 di 6 Articoli
  • Non ci sono ancora domande in questo gruppo. Perchè non ne crei una tu?

Tour del sito