Tiroide e dintorni...'s Members

  • Allie_ber

    Allie_ber

    ora tutto andrá come voglio io

  • Debora3

    Debora3

    "Il sasso. La persona distratta vi è inciampata. Quella violenta, l'ha usato come arma. L'imprenditore l'ha usato per costruire. Il contadino stanco invece come sedia. Per i bambini è un giocattolo. Davide uccide Golia e Michelangelo ne fece la più bella scultura.

    In ogni caso, la differenza non l'ha fatta il sasso, ma l'uomo.

    Non esiste sasso nel tuo cammino che tu non possa sfruttare per la tua propria crescita"

  • Dott.ssa Camodeca Maria Carla (Mesoterapia)

    Dott.ssa Camodeca Maria Carla (Mesoterapia)

    MESOTERAPIA
    La dott.ssa Camodeca effettua cicli di mesoterapia con utilizzo di prodotti omeopatici per :

    •tBIOLIFTING DEL VISO E DEL COLLO (€ 40 a seduta - € 350 ciclo di 10 sedute)
    •tRIDUZIONE DELLE RUGHE (€ 40 a seduta - € 350 ciclo di 10 sedute)
    •tCELLULITE (€ 50 a seduta - € 450 ciclo di 10 sedute)
    •tADIPOSITA’ LOCALIZZATE (€ 50 a seduta - € 450 ciclo di 10 sedute)
    •tCADUTA DI CAPELLI (€ 50 a seduta - € 450 ciclo di 10 sedute)
    •tRASSODAMENTO SENO E GLUTEI (€ 50 a seduta - € 450 ciclo di 10 sedute)
    •tOBESITA’ (€ 50 a seduta - € 450 ciclo di 10 sedute)
    •tSMAGLIATURE (€ 50 a seduta - € 450 ciclo di 10 sedute)

    CONSULENZA NUTRIZIONALE
    I VISITA (€ 70) : raccolta dei dati del paziente (dati personali e familiari; abitudini alimentari e stile di vita del paziente); dopo una settimana viene consegnata e spiegata la dieta personalizzata.
    VISITE SUCCESSIVE DI CONTROLLO (2/3) SETTIMANE (€ 40)

  • Dott.ssa Laura Pacelli

    Dott.ssa Laura Pacelli

    Il decadimento cognitivo è una condizione comune a tutti gli esseri umani con l’avanzare dell’età, ma in senso strettamente clinico definisce la comparsa di una difficoltà in uno o più domini cognitivi, come il linguaggio, l’ attenzione, la memoria, o l’abilità nello svolgere le mansioni quotidiane. , tale però da non compromette le normali e quotidiane attività.
    Nei casi lievi, il soggetto si rende conto di essere meno brillante che in passato nel portare a termine compiti complessi, o di avere bisogno di tempi più lunghi per gestire la propria quotidianità. Come avviene per i muscoli o le articolazioni , anche la mente può essere tenuta in allenamento, attraverso attività adatte soprattutto a stimolare la motivazione, e a implementare l’utilizzo di strategie compensative, ricordando sempre che la plasticità del sistema nervoso è capace di compiere vere meraviglie.

  • Eleonora

    Eleonora

    'Il caso di tubercolosi che ha portato al decesso di una Dottoressa dell'Ospedale San Paolo di Napoli dimostra il fatto che la Tubercolosi sia ancora presente nel nostro Paese e che richieda una diagnosi precoce e un'appropriata terapia. È importante che tutti i medici siano informati su quelli che sono i sintomi della TBC, indipendentemente da quelle che siano le loro specialità, che identifichino precocemente i pazienti con i sintomi della malattia e li sottopongano ad adeguate misure di isolamento e di terapia, oltre ad effettuare su se stessi e sui propri contatti le adeguate misure di screening per identificare l'infezione tubercolare latente.
    Susanna Esposito, Presidente WAidid e ordinario di Pediatria all'Università degli Studi di Perugia -

  • erika79

    erika79

    Buona sera è da oggi pomeriggio che ho fitte sopra la testa e formicolii.. Può essere cervicale? Grazie mille in anticipo.. Buona sera.

  • Fabio Pasca

    Fabio Pasca

    Omicidio d'amore

    Troppo spesso le pagine di cronaca nera assumono i colori dell’uxoricidio.

    All’origine, possiamo ritrovare la perdita dell’oggetto amato. Tale rifiuto se vissuto come una sconfitta può far emergere vissuti frustranti di tipo fallimentare tali da innescare meccanismi di riconquista di tipo aggressivo.
    La persona che si percepisce tradita, abbandonata, sfruttata, vilipesa, ed anche semplicemente non più corrisposta in una reciproca implicazione affettiva, può denunciare il suo malessere in modo violento. Così l’amore iniziale si trasforma in un successivo odio punitivo che in casi estremi può evolvere e sfociare nell’atto punitivo stesso e manifestarsi attraverso le percosse, le lesioni personali giungendo financo all’omicidio.
    L’aggressione dell’altro ha il significato di rivolta, affermazione personale e soprattutto quello di effettuare un’opera di restituzione di tutte le frustrazioni, del dolore, della vergogna, dell’ansietà ed dei timori che il sentirsi abbandonato e quindi rifiutato comporta.
    In alcuni casi la violenza agita può avere lo scopo di risolvere e tenere sotto controllo una situazione reale fortemente ansiogena e rimarcare la propria affermazione personale. L’azione violenta rappresenta una conquista di prestigio, un riconoscimento delle proprie capacità, una manifestazione di seduzione e controllo sulla persona rifiutante. La persona può utilizzare la violenza per ricattare,estorcere e controllare i comportamenti dell’altro a proprio favore.
    Si può assistere così ad un crescendo di tensione emotiva, che inevitabilmente determina rabbia e risentimento gravi, o induce il paziente a porre in atto gesti aggressivi o condotte di tipo omicidio-suicidio.
    dr.ssa Anna Carderi

  • jeiruam

    jeiruam

    Buongiorno!
    Ho appena fatto analisi tiroide perchè, stando alla mia ginecologa alcuni dei sintomi di cui soffro potevano esservi correlati.
    Oggi ho ricevuto le risposte che riporterò qui sotto:

    FT3 6.2 ( 3.1 - 6.8)
    FT4 15.7 (12.0 - 22.0)
    TSH 6.40 * ( 0.27 - 4.20)

    L'unico valore alterato sembrerebbe essere il TSH.
    Cosa può significare?
    Grazie a chiunque risponderà

  • Maristella

    Maristella

    Trieste, corso-convegno: "Conosciamo la disabilità", dal 17 febbraio al 16 giugno 2018; introduce e modera gli incontri: Dr Generoso Petrillo.
    NB: Iscrizioni entro il 31 gennaio 2018

    Si terrà presso l'Università di Trieste nelle giornate del 17 febbraio, 10 marzo, 14 aprile, 12 maggio e 16 giugno 2018 il corso-convegno "Conosciamo la disabilità" destinato alle famiglie, agli enti del terzo settore ed ai professionisti dell'aiuto.
    Parlare di disabilità, significa anche promuovere percorsi generativi di formazione e informazione all'interno di un panorama culturale, sociale e normativo profondamente modificato ed evoluto.

    age:d_flagship3_messaging;ItT8jYVzTMmCz7M875QaAA">www.triesteabile.it/…==

  • niko80

    niko80

    Salve ho fatto degli esami : cortisolo urinario 24 h = 21 (gang riferimento 49.6-399,89)
    Sierico ore 08 = 8.3 ( 8-25)
    Sierico ore 16 = 6.1 (8-25)
    ACTH 16,7 ( 4,9-48.9)

  • prof. dott. Siravo (Oculistica)

    prof. dott. Siravo (Oculistica)

    STRATO DUA CORNEALE NUOVA SCOPERTA E SUE IMPLICAZIONI TERAPEUTICHE
    www.medimagazine.it/scoperto-un-nuovo-strato-nella-cornea-umana/

    Scoperto un nuovo strato nella cornea umana
    Più informazioni su: cornea, strato del dua

    Gli scienziati dell’Università di Nottingham hanno scoperto uno strato precedentemente non rilevato nella cornea, la finestra trasparente nella parte anteriore dell’occhio umano.

    La svolta, annunciata in uno studio pubblicato sulla rivista accademica Oculistica , potrebbe aiutare i chirurghi a migliorare notevolmente i risultati, in pazienti sottoposti a trapianti corneali.

    Il nuovo strato è stato soprannominato Strato del Dua dal professore Harminder Dua che lo ha scoperto.

    Il Professore Dua, professore di Oftalmologia, ha dichiarato: “Questa è una scoperta importante che significa che i libri di testo di oftalmologia dovranno essere letteralmente riscritti. Dopo aver individuato questo nuovo e distinto strato profondo nel tessuto della cornea, possiamo ora sfruttare la sua presenza per rendere gli interventi chirurgici, molto più sicuri e più semplici per i pazienti.

    La cornea umana è la lente protettivo trasparente sulla parte anteriore dell’occhio attraverso cui entra la luce. Gli scienziati precedentemente hanno creduto che fosse composta da cinque strati: l’epitelio corneale, lo strato di Bowman, lo stroma corneale, la membrana di Descemet e l’endotelio corneale.

    Lo strato che è stato scoperto, si trova nella parte posteriore della cornea tra lo stroma corneale e la membrana di Descemet. Anche se ha solo 15 micron di spessore – l’intera cornea è di circa 550 micron di spessore o 0,5 millimetri – è incredibilmente forte per essere in grado di resistere a due bar di pressione.

    Gli scienziati hanno dimostrato l’esistenza dello strato simulando trapianti e innesti sugli occhi donati, a scopo di ricerca presso le banche di Bristol e Manchester.

    Durante questa chirurgia, piccole bolle d’aria sono state iniettate nella cornea per separare delicatamente i diversi strati. Gli scienziati hanno poi sottoposti gli strati separati alla microscopia elettronica che ha permesso loro di osservarli a molte migliaia di volte la loro dimensione reale.

    Comprendere le proprietà e la posizione dello strato del Dua potrebbe aiutare i chirurghi a identificare meglio dove nella cornea, queste bolle si verificano, per adottare misure adeguate durante l’operazione.

    La scoperta avrà un impatto sul miglioramento della comprensione di un certo numero di malattie della cornea, compresi hydrops acuti, Descematocele e distrofie di pre-Descemet.

    Gli scienziati ora ritengono che idrope corneale, un rigonfiamento della cornea causata da accumulo di liquidi che si verifica in pazienti con cheratocono (deformazione conica della cornea), è causata da uno strappo nello strato del Dua, attraverso cui l’acqua da dentro l’occhio precipita e provoca ristagno.

    Prof.D.Siravo
    siravo@supereva.it
    drsiravoduilio.beepworld.it
    Cell.:3385710585

  • raffica

    raffica

    ho letto delle parole davvero commoventi: "Ci sono donne che consegnano il loro cuore a un uomo… per poi non farselo ridare più. L'amore delle donne certe volte è un dare, e dare, e dare senza preoccuparsi di ricevere. Ma dare senza considerare anche se stesse meritevoli d'amore è un grande sbaglio. Prosciuga se stesse. "

  • Riccardo Antinori

    Riccardo Antinori

    Usufruire di una prestazione medica in intramoenia (servizio privato in ospedale) pagando solo il ticket.
    Il Tribunale per i diritti del malato ci informa che il cittadino può recarsi in ospedale ed usufruire del servizio per i privati se l'attesa supera i tempi previsti dalla legge. In questo caso pagherà solo il ticket e non il costo previsto dal tariffario

  • Sperelli

    Sperelli

    Cerchiamo collaboratori per il portale okmedicina.it. Chiamare in redazione al
    392 417.24.52

  • Super User

    Super User

    I consigli di Facebook
    Facebook ti fa stare male? Continua...
    E' questo il clamoroso messaggio che Facebook consiglia. Si ammette che semplicemente scorrere la propria bacheca e limitarsi a cliccare su "mi piace" può contribuire a disagio mentale, sia per le dinamiche di comparazione sociale - tra la vita che sappiamo di avere e quello che gli altri scelgono di mostrare - sia per il tempo che togliamo alle interazioni di persona. Come rimediare? Semplicemente usando Facebook più attivamente: aggiornare più spesso lo status, scrivere più commenti, palesare le proprie "reactions" e mandare più messaggi "uno a uno" contribuirebbe a un miglioramento del supporto sociale.

    Insomma Facebook potrà anche riconoscersi in parte responsabile di un certo malessere moderno, ma non sembra contemplare la possibilità che la vera cura è non usarlo.

  • tita

    tita

    salve ho 34 anni e da un anno a questa parte sul viso mi sonop cresciuti peli,non solo peluria.
    Alcuni sono spessi e in zone anomale,guance mento e collo,ho provato 5 6 sedute con laser ma niente,rispuntano!! da due anni ricerco una gravidanza ma non va a buon fine,il mio ginecologo dice che sono a posto e ora stiamo attendendo gli esami anche di mio marito.Il probleme dei peli sul viso mi sta facendo sentire male...ho spinto anche il mio ginecologo a fare glie esami del sangue per controllare gli ormoni e quelli dice che sono ok!! A chi mi posso rivolgere???? e quali esami posso richiedere di fare o a quale specialista posso rivolgermi??? il medico sembra prendere alla leggera il mio problema dicendomi che sono mediterranea ed e' normale.... ma mi sentirei piu' tranquilla a fare altri accertamenti!!!

Tour del sito