Come salvare San Valentino

Martedì, 06 Febbraio 2024

Con l’avvicinarsi di San Valentino, gli innamorati di tutto il mondo si apprestano a celebrare in compagnia della loro anima gemella la festa dell’amore per antonomasia. Se per molti la giornata, o l’attesa di questa, porta euforia e trepidazione, per altri, invece, può recare stress e preoccupazione.


Inoltre, come capita a volte nelle occasioni importanti, può bastare poco per rovinare la festa. Che sia una cena speciale, una serata a due sul divano davanti a un film o un evento particolare atteso da tempo, per festeggiare al meglio è sempre bene non farsi cogliere impreparati da quei disturbi che possono guastarci un momento di gioia e relax con chi amiamo di più.
Per venire in soccorso degli innamorati, ASSOSALUTE (l’Associazione nazionale farmaci di automedicazione che fa parte di Federchimica) ha stilato una serie di rimedi utili per qualsiasi circostanza.
Lo stress, si sa, può generare tensioni muscolari o mal di testa soprattutto se si è programmato di festeggiare San Valentino alla sera, dopo una giornata di lavoro. Stanchezza e agitazione possono, infatti, favorire la comparsa di disturbi a cui meglio non permettere di rovinare l'appuntamento. Per cui, se potete, evitate di fare tardi al lavoro ma datevi il giusto tempo per “staccare” e prepararvi per la serata. Fare tutto di fretta, con il rischio di arrivare in ritardo, certamente non aiuta a predisporvi bene per festeggiare. Nel caso in cui la cefalea dovesse manifestarsi proprio durante la serata, è possibile ricorrere a farmaci da banco ad azione analgesica e antinfiammatoria per alleviare i sintomi. È consigliabile agire tempestivamente per evitare che il dolore si intensifichi e diventi più difficile da gestire. Nel caso in cui le tensioni muscolari, in particolare a livello cervicale e lombare, limitino la libertà di movimento, è possibile utilizzare farmaci per uso topico ad azione antinfiammatoria.

Attenzione alle quantità di cioccolato
La cioccolata è un regalo sempre molto apprezzato a San Valentino, poiché le sostanze che contiene (teobromina, caffeina e feniletilamina) sono in grado di liberare endorfine, note proprio come gli ormoni della felicità. Queste sostanze chimiche hanno il potere di regalarci il buon umore e procurarci una sensazione di gioia e benessere. Le quantità, però, possono compromettere la serata. Se consumato in eccesso, infatti, e soprattutto per le persone che ne soffrono, potrebbe provocare un peggioramento del reflusso gastroesofageo, con bruciori che risalgono dalla bocca dello stomaco verso il torace. In questi casi, così come del resto accade a chi soffre di emorroidi, il cioccolato può diventare un vero e proprio “nemico”. La moderazione è dunque la chiave per godersi le delizie di San Valentino senza correre il rischio di impatti negativi sulla salute ai quali eventualmente si può porre rimedio attraverso il ricorso a farmaci da banco antiacidi e antiemorroidari.

Tête a tête al ristorante?
Se festeggerete con la vostra anima gemella al ristorante e siete una di quelle persone a cui l’euforia di un incontro romantico fa aumentare l’appetito, ricordatevi anche in queste occasioni di non eccedere con le porzioni, soprattutto alla sera. Cibi pesanti, speziati e piccanti, e con quantità di sale eccessiva, uniti a qualche bicchiere di alcol, possono rallentare la digestione, provocando senso di pesantezza di stomaco, nausea, sonnolenza, acidità e bruciore di stomaco. Ricordatevi di masticare lentamente, assaporando ogni boccone e godendo, con tranquillità, della compagnia della persona amata durante il pasto!
Per aiutare la digestione, se il meteo è quello giusto, una passeggiata al chiaro di luna, oltre che romantica, potrebbe essere di grande aiuto. Se dovessero, invece, comparire alcuni disturbi legati alla cattiva digestione è possibile far ricorso a farmaci da banco a seconda del disturbo predominante: in caso di pesantezza di stomaco, i procinetici agiscono sulla motilità intestinale, aiutando lo svuotamento del viscere mentre in caso di acidità e bruciore di stomaco possono essere d’aiuto gli antiacidi.

Attenzione all’outfit
Anche la decisione sull'outfit non è priva di potenziali inconvenienti. Per presentarsi al meglio e sorprendere il proprio partner, non è necessario sacrificare il comfort. La prima regola, infatti, dovrebbe essere quella di vestirsi per sentirsi completamente a proprio agio. A partire dalle scarpe. Infatti, l'utilizzo di calzature scomode o rigide, soprattutto quando indossate per la prima volta, potrebbe causare dolore e difficoltà di movimento per la comparsa di fastidiose vesciche ai piedi. Nel caso in cui compaiano vesciche è necessario trattarle con cura, evitando di perforarle per prevenire il rischio di infezioni. Tra i farmaci da banco, esistono trattamenti locali protettivi con azione antisettica e antinfiammatoria, i quali possono contribuire a proteggere la pelle, prevenire infezioni e alleviare dolore e infiammazione. Attenzione poi ai tacchi troppo alti, soprattutto quando non si portano spesso: oltre al dolore ai piedi che può davvero rovinarvi la serata, indossarli può avere ripercussioni sulla postura provocando mal di schiena e fastidiose tensioni muscolari.
Qualsiasi sia il vostro programma per San Valentino, ricordatevi che il segreto, come sempre, nelle coppie, è una comunicazione aperta e onesta... anche quando il tema sono i piccoli disturbi! Qualora dovessero comparire minacciando il vostro benessere, la prima cosa da fare è parlarne così da sdrammatizzare e non permettere che vi rovinino davvero la serata!

E se poi la giornata non ha raggiunto le aspettative, l’attività fisica può aiutare

L’attesa di una occasione speciale spesso emoziona, generando la tipica sensazione di “farfalle nello stomaco”, un effetto delle endorfine, note, come detto, come gli ormoni della felicità e del buon umore.
Tuttavia, qualora i festeggiamenti di San Valentino non dovessero andare come previsto, o le aspettative non venissero soddisfatte, potrebbe verificarsi un calo delle endorfine con conseguente situazione di malessere e umor nero. Fortunatamente, c’è un buon rimedio per recuperare il sorriso: praticare attività fisica può riequilibrare le endorfine e, perché no, può aiutare a liberare le tensioni accumulate per la pianificazione della serata che si sarebbe voluta perfetta. Scegliere una corsetta serale o un’attività sportiva particolare (come un corso di ballo) può essere una buona soluzione per stemperare la delusione e provare nuove esperienze!

Non sei iscritto, partecipa a Okmedicina!

Autore

Sperelli

File disponibili

Nessun file caricato

Tour del sito

Chi è in linea