Il trattamento di Fotobiomodulazione migliora i sintomi: lo studio al 52° Congresso della SIN

Martedì, 29 Novembre 2022

Il 5 dicembre, in occasione del 52° Congresso della SIN (Società italiana di Neurologia), che si terrà a Milano dal 3 a 6 dicembre presenterò lo studio “Abbassamento degli indici neuroinfiammatori con la luce: un protocollo neuroriabilitativo per la Sindrome da Long covid” dell’Istituto San Celestino di Milano, condotto con la collaborazione di Cerebro®, Startup di biotecnologie per riabilitazione cerebrale.

Lo studio ha dimostrato che il trattamento di Fotobiomodulazione allevia i sintomi dell'infezione da SARS-CoV-2 e la Sindrome da Long covid. Per arrivare a questa conclusione abbiamo preso in esame 22 soggetti di età compresa tra i 43 e 76 anni, che erano stati reclutati tra il 2015 e il 2019 per valutare la loro funzione cerebrovascolare con la spettroscopia nel vicino infrarosso (NIRS). Di questi, in 16 hanno aderito alla rivalutazione con NIRS 6-12 mesi dopo l'infezione da SARS-CoV-2, nel periodo tra il 2021 e il 2022. I 16 soggetti sono stati sottoposti a protocolli riabilitativi per la Neuroinfiammazione con il dispositivo di Fotobiomodulazione Cerebro® per un totale di 10 sedute, 2 volte a settimana. Alla fine del ciclo di trattamento sono stati rivalutati con NIR Cerebro® Infrared. I dati ottenuti dalle valutazioni pre-covid, post-covid e post-trattamento sono stati confrontati in termini di variazione degli stati emodinamici. Il confronto dei dati ha mostrato un marcato miglioramento post-trattamento nei pazienti con compromissione della funzione cerebrale-vascolare post-covid. 

In particolare 3 soggetti su 16 hanno riportato un ripristino totale del funzionamento emodinamico iniziale dopo il trattamento di neuromodulazione; i restanti 13 un aumento dell'attività di scambio vascolare post-covid superiore alla valutazione pre-covid. Dopo la suddivisione in sintomatologia, età e genere, i punteggi hanno mostrato risultati positivi. Si precisa anche che nessuno dei soggetti ha avuto un peggioramento dopo il ciclo di trattamento. Il trattamento di Fotobiomodulazione transcranica effettuato con NIR Cerebro® Infrared è stato efficace nel migliorare i sintomi neuroinfiammatori.

La Fotobiomodulazione è una tecnica non invasiva che, attraverso uno specifico tipo di luce, modula l’attività delle nostre cellule cerebrali. La metodica si basa infatti sul passaggio non invasivo di luce a basso flusso sulla superficie cerebrale corticale, a una lunghezza d’onda nel vicino infrarosso. Esporre tessuti neuronali a queste lunghezze d’onda innesca un processo in grado di aumentare il metabolismo e il flusso ematico cerebrale. Grazie a questo aumento di ossigenazione e dei processi emodinamici migliorano tutte le principali funzioni cognitive di alto livello.

La Sindrome da Long covid è una situazione di cronicità successiva all'infezione, i cui effetti si ripercuotono su tutti i sistemi e gli apparati: polmonare, epatico, cardiaco, renale e -non ultimo- il sistema nervoso centrale. Per il coinvolgimento del sistema nervoso centrale, la Sindrome da Long covid è associata a cambiamenti di umore, difficoltà cognitive, mal di testa, affaticamento, vertigini, perdita di memoria, confusione e deficit di attenzione. I disturbi cognitivi associati alla Sindrome da Long covid, anche a seguito di forme lievi di infezione, sono associate alla neuroinfiammazione: il virus si propaga portando un'infiammazione incontrollata. Ecco perché la Fotobiomodulazione è stata efficace nella riduzione dei sintomi.

Non sei iscritto, partecipa a Okmedicina!

File disponibili

Nessun file caricato

Tour del sito

Chi è in linea