cover photo

Menopausa

Iscriviti al Gruppo
Menopausa

Categoria
Ginecologia e sterilità di coppia
Creato
Mercoledì, 21 Novembre 2012
Amministratori Gruppo
Dr.ssa Agnese Cremaschi
  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    4 mesi

  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    5 mesi

  • Riccardo Antinori Menopausa
    11 mesi

    "Esistono anche integratori a base di sostanze naturali, come il DT56a, dando alla donna un significativo sollievo dai sintomi della menopausa. Grazie alla loro azione selettiva, i componenti del DT56a sono in grado di mimare il legame degli estrogeni con uno specifico co-attivatore in quei tessuti in cui il deficit di estrogeni determina l'insorgenza dei sintomi associati alla menopausa, come tessuto nervoso e osseo. Allo stesso tempo, in altri tessuti come mammella e utero, mimano il legame degli estrogeni con un co-repressore, determinando così un blocco dell'attivazione del recettore."
    Afferma Costantino Di Carlo, Ordinario di Ginecologia e Ostetricia presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II

  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    1 anno

  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    2 anni

  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    3 anni

  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    4 anni

    Luppolo utile in caso di menopausa

    Il luppolo, il principale componente aromatico della birra, può svolgere un ruolo positivo per le donne, sia per i disturbi del ciclo mestruale che...

    Menopausa
  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    4 anni

    Il sesso ritarda la menopausa

    Entrare in menopausa non è un evento piacevole per le donne. Oltre all'impossibilità di restare incinta per via naturale, la menopausa comporta una...

    Menopausa
  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    4 anni

  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    4 anni

    Pappa reale contro la menopausa

    I classici e fastidiosi sintomi della menopausa - vampate di calore, irritabilità - possono essere ridimensionati attraverso l'utilizzo della pappa...

    Menopausa
  • Riccardo Antinori Menopausa
    5 anni

    C'è una lacuna nel trattamento dell'osteoporosi: la maggior parte delle donne non assume terapie contro il problema nonostante la loro efficacia, e spesso le interrompono. Di conseguenza, il tasso di fratture dell'anca si è stabilizzato e potrebbe aumentare. "Lo screening della densità ossea è diminuito rapidamente" afferma Clifford Rosen, del Maine Medical Center Research Institute di Scarborough. Le raccomandazioni, derivate da due revisioni evidence based, consigliano di trattare con terapie farmacologiche le donne in post-menopausa ad alto rischio di fratture, specialmente quelle che hanno subito una frattura recente, e di iniziare con i bifosfonati. In seguito, sarà necessario rivalutare il rischio di frattura dopo tre-cinque anni e continuare i farmaci nelle donne ancora ad alto rischio di fratture o prendere in considerazione una sospensione temporanea dei bifosfonati per coloro che sono a rischio da basso a moderato. Il documento riferisce anche della possibilità di utilizzare denosumab come alternativa ai bifosfonati per il trattamento iniziale di soggetti ad alto rischio

  • Riccardo Antinori Menopausa
    5 anni

    La menopausa comporta una serie di disturbi cognitivi, ma se vengono riconosciuti e adeguatamente trattati si possono mantenere ottime funzionalità. E oggi abbiamo la possibilità di seguire nuovi approcci, che non sono solamente ormonali. Accanto ai farmaci più comuni, si sta imponendo la vortioxetina, un antidepressivo multimodale di ultima generazione su cui Mencacci ha presentato molti dati. Il grande vantaggio è poter mettere insieme una cura degli aspetti depressivi assieme a quelli cognitivi, senza avere gli effetti ridondanti di altre terapie, come l'aumento di peso e la riduzione del desiderio sessuale

  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    5 anni

  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    5 anni

    Nuova terapia per la menopausa

    C’è una nuova terapia ormonale per la menopausa. La Food and Drug Administration ha infatti approvato Bijuva, una terapia ormonale bio-identica...

    Menopausa
  • Riccardo Antinori ha risposto a Problemi di coppia in menopausa
    5 anni

    La menopausa porta cambiamenti ormonali che sono del tutto naturali e fisiologici. Questi cambiamenti sono spesso accompagnati da una fastidiosa...

  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    6 anni

In questo gruppo si parla discute dei problemi riguardanti la menopausa.

Qui potrai inserire le tue domande, chiarire i tuoi dubbi, leggere gli articoli degli specialisti, contattare i medici, segnalare le strutture sanitarie specializzate, commentare i messaggi degli utenti, mettere 'mi piace', raccontare la tua esperienza personale e scambiare informazioni con persone che condividono la tua stessa malattia.

Risponde il dr Martino

Categoria
Ginecologia e sterilità di coppia
Creato
Mercoledì, 21 Novembre 2012
Amministratori Gruppo
Dr.ssa Agnese Cremaschi
Visualizzando 18 di 18 Articoli
  • Sperelli
    Come la menopausa influisce sulla salute dei capelli

    La menopausa determina una serie di cambiamenti nel corpo femminile come, ad esempio, la tendenza ad aumentare di peso, la secchezza cutanea e la perdita di capelli. Concentrandoci su quest'ultimo aspetto in particolare – sebbene ogni donna rappresenti un caso a sé – è proprio a partire dai 40 anni che si iniziano a notare delle differenze nei capelli femminili così come l’insorgere di alcune nuove problematiche.

     


    "Con l'arrivo della menopausa si assiste a un importante cambiamento ormonale tra gli estrogeni (ormoni femminili) e gli androgeni (ormoni maschili). In tale periodo si verifica una progressiva diminuzione degli estrogeni, mentre il testosterone rimane stabile e questo, insieme all'insorgere della menopausa – momento in cui le ovaie smettono di produrre gli estrogeni - fa sì che anche il ciclo di vita dei capelli si accorci, facilitandone la caduta”, spiega la dottoressa Misino.
    In questa fase delicata della vita, molte donne riscontrano perdita di spessore nei loro capelli, maggior frequenza di caduta, diminuzione della lucentezza, cambiamenti nella consistenza fino a maggiore secchezza e fragilità. Per questa ragione, la dottoressa sottolinea l’importanza di “sensibilizzare le pazienti sulla necessità di trattare e curare preventivamente i capelli così da ridurre il più possibile le conseguenze della menopausa".
    I capelli dicono molto di una persona e del suo stato di salute generale. Ecco perché prediligere un’alimentazione equilibrata, fare esercizio fisico regolare e prendersi cura della propria igiene sono tutte abitudini fondamentali per godere di un buono stato di salute generale che si riflette anche sui capelli. Ecco i consigli della dottoressa Nadia Misino per avere dei capelli in salute anche in menopausa:

    Alimentazione. La scelta dei giusti alimenti è, da sempre, il segreto per capelli sani, quindi mantenere una dieta salutare, varia ed equilibrata metterà al riparo da carenze nutrizionali che possono pregiudicare la bellezza dei capelli.
    Sport. Uno stile di vita attivo impatta molto positivamente anche sui nostri capelli. Quando facciamo esercizio fisico, il flusso sanguigno e l'ossigenazione si attivano, contribuendo a migliorare il tono del cuoio capelluto e a prevenire la caduta dei capelli.
    Cura dell'igiene. Mantenere una corretta igiene personale, lavando i capelli regolarmente, è la chiave per averli forti e sani.
    Evitare di utilizzare tabacco, alcol o ricorrere ad integratori vitaminici per compensare eventuali carenze nutrizionali è certamente consigliabile.

    È pertanto fondamentale adottare uno stile di vita sano ed evitare l’insorgere di carenze nutrizionali dannose per i capelli ma è bene sapere che, al giorno d’oggi, esistono anche trattamenti coadiuvanti nella prevenzione della caduta dei capelli come la mesoterapia, una delle tecniche messe a punto dal Gruppo Insparya. MesoHAir+ Insparya è un trattamento di biostimolazione e nutrizione che stimola la produzione di capelli forti e ne previene la caduta. Come spiega la Dott.ssa Misino, "si tratta di una procedura rapida, non invasiva e di facile esecuzione. Consiste nella somministrazione intradermica di un preparato che attiva biologicamente le cellule delle unità follicolari, favorendo la produzione di capelli che avranno maggior qualità e resistenza".
    Naturalmente, in presenza di casi di alopecia avanzata o di altre patologie che richiedono trattamenti più lunghi o complessi, anche il trapianto di capelli può essere una soluzione. Si tratta di una procedura ambulatoriale eseguita in anestesia locale che consiste nel prelevare le unità follicolari da un'area donatrice per poi riposizionarle nella zona colpita dall'alopecia. L’attenzione all’innovazione e gli importanti investimenti in ricerca e sviluppo tecnologico hanno permesso a Insparya di sviluppare una propria tecnica: il Metodo Insparya, che lo ha reso un Gruppo Clinico Medico Scientifico e Tecnologico punto di riferimento nel settore del trapianto di capelli.
    Il Sistema di Infoltimento dei Capelli (SIC) è stato progettato per rispondere alle esigenze specifiche di ogni paziente e offrire risultati perfettamente naturali. Si tratta di una “seconda pelle” creata su misura in un materiale biocompatibile e con capelli vergini non trattati, facile da applicare e posizionare senza dover rasare i capelli naturali sottostanti.
    Tuttavia, i cambiamenti ormonali non sono gli unici fattori che possono influire sulla caduta dei capelli ma anche predisposizione genetica, dieta scorretta, stress e ansia sono tutte possibili cause. Per questa ragione, se la perdita di capelli è fonte di preoccupazione, Insparya consiglia sempre di rivolgersi a uno specialista per individuare la vera origine del problema e identificare la soluzione migliore per risolverlo.

     

    Mercoledì, 11 Ottobre 2023 da Sperelli
  • Sperelli
  • Sperelli
  • Sperelli
  • Sperelli
  • Sperelli
    Luppolo utile in caso di menopausa
    Martedì, 11 Febbraio 2020 da Sperelli
  • Sperelli
    Il sesso ritarda la menopausa
    Venerdì, 17 Gennaio 2020 da Sperelli
  • Sperelli
  • Sperelli
    Pappa reale contro la menopausa
    Mercoledì, 11 Settembre 2019 da Sperelli
  • Sperelli
  • Sperelli
    Nuova terapia per la menopausa
    Venerdì, 07 Dicembre 2018 da Sperelli
  • Sperelli
  • Sperelli
  • Sperelli
    Diagnosi e cura della menopausa
    Martedì, 08 Luglio 2014 da Sperelli
  • Super User
  • Super User
  • Super User
    La menopausa e i suoi sintomi
    Martedì, 07 Gennaio 2014 da Super User
  • Super User
Visualizza tutti gli articoli Visualizzando 18 di 18 Articoli
  • Stefan20
    Androcur e pompelmo
    Iniziata da Stefan20 Sabato, 20 Giugno 2020 0 risposte
  • LUCIA
    Rimosso
    Iniziata da LUCIA Venerdì, 31 Agosto 2018 1 Risposta

    La menopausa porta cambiamenti ormonali che sono del tutto naturali e fisiologici. Questi cambiamenti sono spesso accompagnati da una fastidiosa sensazione di secchezza dovuta a una variazione della lubrificazione vaginale, con conseguente tendenza a irritazioni. Puoi usare l’acido ialuronico vaginale e il laser vaginale, o creme diverse che ti aiutino nel rapporto.
    Anche il detergente intimo adatto deve avere un’efficacia protettiva e il rispetto della pelle, delle mucose e della flora batterica fisiologica associando a queste caratteristiche proprietà emollienti e lenitive specifiche.
    C'è anche un farmaco, l' Ospemifene, è un trattamento che permette attraverso il suo particolare meccanismo d’azione di migliorare i sintomi legati all’atrofia vulvo vaginale, come la secchezza vaginale e la conseguente dispareunia, ossia il dolore causato da una secchezza severa durante i rapporti intimi. La disponibilità di un trattamento orale come ospemifene è importante poiché non solo riduce i sintomi, favorendo l’intimità di coppia, ma migliora notevolmente anche la qualità di vita della donna.
    vedi anche www.italiasalute.it/4672/…

    Non ti dimenticare che le terapie devo essere prescritte su ricetta da un medico! Non fare mai il fai da te, perchè un ginecologo/a che ti segua è fondamentale

    Ultima risposta di Riccardo Antinori il Venerdì, 31 Agosto 2018
  • elena
    premenopausa o menopausa?
    Iniziata da elena Lunedì, 05 Gennaio 2015 1 Risposta

    Gentilissima Elena, un nostro specialista provvederà al più presto a rispondere alla sua domanda.
    Nel frattempo buona navigazione su okmedicina.it!

    Ultima risposta di Debora3 il Lunedì, 05 Gennaio 2015
  • SILVIA6797
  • daniela
    febbre e menopausa
    Iniziata da daniela Giovedì, 23 Gennaio 2014 1 Risposta

    Generalmente l'ormone che può elevare la temperatura è il progesterone, ma di pochi decimi (ricorderà la misurazione della temperatura basale come test per l'avvenuta ovulazione!); £9 ed oltre è vera e propria febbre e, francamente non credo ci siano possibili collegamenti con la mestruazione. Mi faccia sapere se continua

    Ultima risposta di dott. EugenioNervi (ostetrico ginecologo, oncologo) il Venerdì, 24 Gennaio 2014
  • dott.ssa Anna Zanon (Psicologia)
    Rimosso
    Iniziata da dott.ssa Anna Zanon (Psicologia) Martedì, 07 Gennaio 2014 1 Risposta

    Faccia i dosaggi ormonali, ma direi che non è preoccupante la variazione del ciclo. E poi si vedrà.

    Ultima risposta di Dott. Antonino Martino (Ginecologo) il Martedì, 07 Gennaio 2014
  • sara
    menopausa
    Iniziata da sara Domenica, 05 Gennaio 2014 0 risposte
  • Rachele Buzzella
    premenopausa
    Iniziata da Rachele Buzzella Martedì, 12 Novembre 2013 1 Risposta

    Il magnesio e' un ottimo integratore che male non fa, soprattutto ai malesseri che noi non conosciamo perché lei non ce li sa spiegare. Buona serata

    Ultima risposta di Dott. Antonino Martino (Ginecologo) il Martedì, 12 Novembre 2013
  • annalisa
    Alopecia con cura di estrogeni
    Iniziata da annalisa Giovedì, 24 Ottobre 2013 1 Risposta

    C'è attinenza nel senso che gli estrogeni fanno bene alla alopecia. Poi quando si fanno le domande conviene sempre riferire la propria età, così e' più facile inquadrare il problema e rispondere. Quindi non c'è attinenza con la cura, anzi....

    Ultima risposta di Dott. Antonino Martino (Ginecologo) il Giovedì, 24 Ottobre 2013
  • luvy66
    cura ormonale sostitutiva
    Iniziata da luvy66 Mercoledì, 07 Agosto 2013 1 Risposta

    Se non ha controindicazioni, oppure fattori di rischio per la mammella oppure per l'utero, e non ha familiarieta', la può assolutamente fare. Le consiglio pure per il momento una pillola contraccettiva leggera o l'anello vaginale Nuvaring, che può utilizzare almeno fino a 50 anni, sottoponendosi a controllo specialistico. Successivamente si rivaluterà il caso. Sicuro che è' in menopausa conclamata?

    Ultima risposta di Dott. Antonino Martino (Ginecologo) il Giovedì, 17 Ottobre 2013
Visualizza tutte le domande Visualizzando 10 di 17 domande

Tour del sito

Chi è in linea